17.6 C
Napoli
domenica, Maggio 22, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Parroci trasferiti, manifestazione dei fedeli a Giugliano: “Vescovo ripensaci”


E’ stata una decisione che ha fatto molto discutere quella di Mons. Angelo Spinillo, Vescovo della Diocesi di Aversa, che nei giorni scorsi ha comunicato lo spostamento di don Tommaso D’Ausilio e don Francesco Riccio, sacerdoti  della città di Giugliano. Una scelta non facile, ampiamente commentata e talvolta criticata quella che vede protagonisti due parroci amati dalle rispettive comunità e non solo, da sempre attenti alle realtà territoriali e parrocchiali, due ministri che proprio in questi giorni hanno sperimentato l’affetto di migliaia di persone che attraverso messaggi, post, e foto hanno inondato il web di ricordi, stima e sentimenti di gratitudine.

Dopo 19 anni presso la Parrocchia di San Pio X, Don Tommaso D’Ausilio, cappellano presso l’ospedale civile San Giuliano, sarà alla guida della Chiesa della Trasfigurazione di Succivo, un mandato non facile il suo dati i recenti episodi che hanno visto protagonista e vittima di estorsione l’ex parroco don Crescenzo Abbate.

“Carissimi tutti con animo grato al buon Dio sento il dovere di ringraziarlo per l’opportunità che mi ha dato di servirlo attraverso il servizio gioioso nella comunità di S. Pio X. Ora dopo 19 anni mi chiama a servirlo attraverso la comunità di Succivo. Personalmente mi sono sempre fidato e vi dico che non mi ha mai deluso. Sono convinto che la novità porta con se tutta la profezia di una speranza nuova per il bene di tutta la Chiesa In queste ore ho potuto sperimentare la bontà e l’affetto che nutrite nei miei confronti e ringrazio di cuore tutti voi “ questo il grazie di don Tommaso che su social e di persona invita i fedeli ad avere una fede matura, a servizio della madre Chiesa. Nonostante ciò però pare che i fedeli non vogliano arrendersi anzi. Per tentare di cambiare la decisione del Vescovo maturata dopo un ampio discernimento è stata addirittura organizzata una manifestazione per il 27 marzo alle 10:30. A partire dalla Chiesa di San Pio X un corteo attraverserà le strade cittadine per poi giungere in Piazza Municipio. Nel frattempo una delegazione appartenente alla Parrocchia si recherà da Sua Eccellenza per esporre dubbi, perplessità e dispiaceri. “Non siamo contro il nuovo parroco, ma siamo affezionati a don Tommaso”, tengono a precisare i fedeli.

Se è vero che si dice ‘Voce di popolo, voce di Dio’ è evidente che i due sacerdoti abbiano lasciato un segno profondo nella vita e nel cuore delle parrocchie. Anche i fedeli della Chiesa San Giovanni Battista di Aversa non hanno gioito alla notizia del trasferimento di Don Francesco, sacerdote che per 12 lunghi anni ha guidato l’intero quartiere di Savignano. Ma i ricordi dei bei momenti trascorsi insieme ed i ringraziamenti hanno preso il sopravvento sulla rabbia. “Mi hai insegnato a pregare, a pensare, a leggere il Vangelo e renderlo attuale. Grazie perché mi hai accompagnato nei momenti più importati, grazie perché mi hai dato fiducia mi hai impastato di Ac , grazie perché mi hai insegnato a vivere il Vangelo”– questo uno dei tanti messaggi ricevuti dal parroco di Savignano. Una vita ed un ministero spesi a servizio della pastorale giovanile, della Chiesa, condividendo e comunicando tutto con la sua amata comunità quella del sacerdote divenuto porto sicuro e punto di riferimento per tanti. “In questi giorni ho provato a custodire nel cuore ciò che il Signore mi stava chiedendo. Poi stasera ho dovuto condividere questo rinnovato mio Si con la mia comunità parrocchiale che come me, in questo momento, si rimette nelle mani della provvidenza di Dio, la fede di chi si affida e affida le persone amate al buon Pastore. Vi ringrazio per ciò che m istate donando in questo momento più di tutto una serenità frutto di affetto e fede “– scrive don Francesco dopo che la notizia è iniziata a spopolare sul web ed in città.  Una valanga di foto, post, immagini che raccontano anni intensi, ha invaso il profilo facebook del prete che si appresta a tornare a Giugliano. Proprio alla comunità di San Pio X rivolge un pensiero ed una preghiera: “Dio chiede di allargare uno spazio nella mente e nel cuore, senza minimamente cancellare nulla di ciò che è già la mia storia, questo nuovo spazio è per il nuovo che sta già accadendo. Questo nuovo spazio già è abitato da un pensiero e una preghiera costante per la comunità di San Pio X, agli amici che ritrovo e che ringrazio per i messaggi di vicinanza che mi stanno recapitando e ai tanti che avrò l’onore di incontrare e con i quali cominceremo a vivere e a scrivere le nostre storie e parte della storia di Dio”- chiosa Don Francesco, futuro parroco di San Pio X.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Hannibal non dà tregua all’Italia, temperature ‘di fuoco’ fino alla prossima settimana

Hannibal non dà tregua: previsioni meteo con caldo torrido. Sarà una domenica più tipica di luglio che di maggio a livello...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria