Primo sì alla legge a casa sarà possibile coltivare piante di marijuana

Via libera alle mini-coltivazioni di marijuana in casa, ma pene più severe per il traffico e lo spaccio. È stato votato, in commissione Giustizia della Camera, il testo base che depenalizza la coltivazione per uso personale fino ad un massimo di quattro piantine.

“Si depenalizza la coltivazione di non oltre 4 piante “femmine” in casa – annuncia il presidente Mario Perantoni (M5s), anche relatore del provvedimento – È un risultato importante, ottenuto sulla scia della giurisprudenza della Corte di Cassazione ma anche grazie alla capacità dei gruppi parlamentari di confrontarsi e trovare una sintesi ragionevole. Se si diminuiscono le sanzioni per i fatti di lieve entità aumenta da 6 a dieci anni le pene per i reati connessi a traffico, spaccio e detenzione ai fini di spaccio della cannabis”.

Cannabis, sì coltivazione di marijuana a casa ma al massimo 4 di marijuana

Hanno votato contro la Lega, FdI, Coraggio Italia e FI (con eccezione di Elio Vito), Italia viva si è astenuta, mentre hanno votato a favore tutti gli altri, dal radicale Riccardo Magi (promotore di una delle proposte confluite nel testo base) al M5s, Pd e Leu. La Lega in commissione ha chiesto di separare il testo della pdl di Molinari. Ora, dopo la votazione del testo base, dovrà essere fissato il termine per presentare gli emendamenti, da discutere in commissione. Solo dopo questi ulteriori passaggi si potrà andare in Aula.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.