Quantcast
6.1 C
Napoli
lunedì, Febbraio 6, 2023
Pubblicità

Quindicenne morto in Campania dopo le dimissioni dall’ospedale, indagati sette medici

Pubblicità

Morto a 15 anni a Montesarchio per un malore, dopo essersi recato all’ospedale accusando forti dolori all’addome. Disposta l’autopsia sul corpo del giovane per accertare le cause della morte, ma nel frattempo finiscono sotto accusa sette medici tra quelli che lo avevano visitato all’ospedale e quelli che, successivamente, lo avevano soccorso dopo la chiamata al 118.

Le indagini sui sette medici sono un atto dovuto da parte della magistratura, in modo che possano nominare un consulente di fiducia in vista degli esami autoptici.

Pubblicità

RAGAZZO DI 15 ANNI MORTO A MONTESARCHIO, I FATTI

I fatti risalgono allo scorso 2 dicembre. Antonio, ragazzo di 15 anni frequentante il terzo anno del liceo musicale “Lombardi”, si era recato presso l’ospedale Sant’Alfonso Maria de Liguori di Sant’Agata dei Goti dopo aver accusato forti dolori all’addome. Sottoposto ad alcuni esami strumentali di rito, il giovane è stato dimesso e ha fatto ritorno a casa.

Ma nel corso della serata la situazione è ulteriormente peggiorata. Il giovane ha iniziato a stare male al punto che un’ambulanza del 118 è dovuta intervenire d’urgenza. Ma nonostante i tentativi di salvarlo, il giovane è deceduto. I familiari vogliono vederci chiaro ed hanno così denunciato il tutto ai carabinieri, che hanno fatto partire le indagini. Il pubblico ministero Flavia Felaco nelle prossime ore affiderà al medico legale Massimo Esposito l’autopsia sul corpo del giovane.

Acquisite le cartelle cliniche del giovane e iscritti nel registro degli indagati sette medici dell’ospedale e del 118, come atto dovuto per le indagini. I genitori del ragazzo hanno invece nominato come medico legale il dottor Giuseppe De Rosa attraverso il loro avvocato Ernesto Canelli.

 

Pubblicità

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

Pubblicità

Ultime Notizie

Gioca con il cellulare del papà e ordina oltre 1000 euro di cibo a domicilio

Mai lasciare un cellulare in mano a un bambino di 6 anni perché la spesa imprevista è dietro l’angolo. Mason Stonehouse infatti giocando con...

Nella stessa categoria