Assolto Luigi Sannino
Assolto Luigi Sannino

Accusato di rapina alla pompa di benzina Migliaccio a Giugliano, viene assolto. La sentenza è stata emessa a carico di Luigi Sannino (difeso dall’avvocato Paolo Gallina). Il giovane fu raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nell’ottobre del 2020 per fatti commessi nel dicembre del 2019. Nel processo con rito ordinario, Sannino è stato riconosciuto innocente perché le prove a suo carico non sono state ritenute sufficienti dal tribunale di Napoli Nord. Accolta dunque la tesi dell’avvocato difensore, nonostante il pm ne avesse chiesto la condanna a 4 anni e 4 mesi di reclusione.

Le immagini registrate dalle videocamere della pompa di benzina mostravano infatti un uomo, identificato dalla polizia giudiziaria in Sannino, indossante un pantalone di tuta di marca Adidas. Lo stesso, sempre secondo gli investigatori, utilizzato qualche anno fa dai giocatori del Manchester United. A casa del giovane indagato il pantalone in questione non era stato però mai ritrovato, a differenza invece della felpa abbinata. La difesa ha sostenuto inoltre che lo stemma del club non sia ben chiaro, così come la sagoma che gli inquirenti hanno attribuito a Sannino.

Il complice, invece, processato con rito ordinario è stato condannato a 3 anni e 6 mesi per i medesimi fatti.

Il raid al distributore di enzina

Il raid di cui la coppia deve rispondere soltanto per una pura casualità non si era tramutato in un bagno di sangue. La vicenda in questione risale allo scorso 10 dicembre e si è consumata nel distributore di carburante “Migliaccio” di via San Nullo. Stando all’ipotesi investigativa da cui è scaturito il provvedimento emesso dal gip di Napoli Nord, intorno alle 19 di quel giorno due persone sarebbero piombate sulla scena a bordo di una moto Bmw e sotto la minaccia di una pistola avrebbero preteso dagli addetti la consegna dell’incasso. Apriti cielo: in pochi istanti è scoppiato il panico. I dipendenti della pomba di benzina sono scappati mettendosi in salvo, due guardie giurate che hanno assistito all’incursione sono invece subito intervenute per mettere in fuga i malviventi. La reazione dei rapinatori non si è però fatta attendere. Uno dei due ha infatti puntato l’arma contro uno dei vigilanti, il quale per tutta risposta esplose almeno tre colpi in aria. A quel punto, resisi conto che la situazione era ormai fuori controllo, i banditi sono fuggiti a tutta velocità.

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.