Scampia, sei ulivi per ricordare Ciro Esposito nell’anniversario della sua morte

Scampia anniversario morte Ciro Esposito piantati ulivi
Scampia, nel giorno dell'anniversario della morte di Ciro Esposito sono stati piantati sei ulivi

La piantumazione di 6 ulivi, simbolo di vita, nel sesto anniversario della morte di Ciro Esposito. È l’iniziativa di stamattina a Scampia organizzata dall’associazione ‘Ciro Vive’, in memoria del tifoso del Napoli morto il 25 giugno 2014 dopo settimane di agonia in ospedale a seguito dell’agguato a Roma in occasione della finale di Coppa Italia. Per quei tragici eventi è stato condannato Daniele De Santis, alias Gastone, che sparò agli indirizzi dei tifosi del Napoli che si accingevano a recarsi all’Olimpico colpendo il povero Ciro Esposito.

Le parole di Antonella Leardi nel giorno dell’anniversario della morte di Ciro Esposito

Questi ulivi rappresentano la vita e la speranza del quartiere di Scampia. Quello che accaduto a Ciro non deve più verificarsi. Basta odio negli stadi” è il monito di Antonella Leardi, mamma di Ciro Esposito presente con gli altri membri dell’associazione in memoria del giovane. I 6 ulivi si trovano da questa mattina sull’aiuola di fronte l’autolavaggio di via Antonio Ghisleri, gestito dalla famiglia Esposito e dove anche Ciro lavorava. La piantumazione delle piante è anche l’occasione per ricordare come nel quartiere le tante aree a verde non sono curate. “Ci hanno pensato i cittadini in questo periodo di lockdown. Chi se ne deve occupare a livello istituzionale di non lo faè la denuncia del consigliere dell’Ottava Municipalità Claudio Di Pietro.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.