Scandalo in Campania, 120 falsi poveri percepivano il “reddito”: danno da 100 mila euro

(Immagine di repertorio - archivio InterNapoli)

Falsi poveri nel salernitano, la Finanza di Salerno scopre 120 posizioni irregolari. Nel corso dei controlli da parte del Comando della Guardia di Finanza di Salerno, sono state scoperte centinaia di autocerficazioni Isee non veritiere. I controlli hanno preso in esame cinque anni, dal 2014 al 2018, ed hanno complessivamente riguardato 1772 posizioni, delle quali 120 sono risultate irregolari. Al termine delle attività di riscontro, sono stati redatti 116 verbali di constatazione trasmessi all’ente erogatore per l’irrogazione delle previste sanzioni amministrative. In quattro casi, è scattata anche la denuncia a piede libero alla Procura della Repubblica di Nocera lnferiore (Salerno), per il reato di malversazione ai danni dello Stato, perché i responsabili hanno indebitamente percepito contributi oltre la soglia di 3.999,96 euro fissata dal codice penale.

Tra le posizioni risultate irregolari, ben 55 hanno riguardato soggetti che hanno  indebitamente percepito il cosiddetto «reddito di  inclusione»  per  un ammontare  complessivo di 100 mila euro.