Schumacher, comunicato ufficiale della moglie sulle condizioni. Gli auguri di Montezemolo e Jeat Todt

Oggi Michael Schumacher compie 50 anni. La famiglia dell’ex pilota di Formula Uno Michael Schumacher ha diffuso un comunicato per presentare una nuova app dedicata alla sua carriera da pilota. Si tratta di un “museo virtuale”.La famiglia ha rassicurato i suoi molti fan sulle condizioni di salute di Schumacher, che 5 anni fa si infortunò gravemente in un incidente di sci. Il comunicato dice che Schumacher è “nelle migliori mani” e che la sua famiglia sta facendo tutto quello che è “umanamente possibile” per aiutarlo. Oggi Schumacher compie 50 anni.

View this post on Instagram

Statement of Michael's family: "We are very happy to celebrate Michael's 50th birthday tomorrow together with you and thank you from the bottom of our hearts that we can do this together. As a gift to him, you and us, Keep Fighting Foundation has created a virtual museum. The Official Michael Schumacher App will be released tomorrow, so that we can review all together Michael's successes. The app is another milestone in our effort to do justice to him and you, his fans, by celebrating his accomplishments. We wish you a lot of fun with it. Michael can be proud of what he has achieved, and so are we! That's why we remember his successes with the Michael Schumacher Private Collection exhibition in Cologne, by publishing memories in social media and by continuing his charitable work through the Keep Fighting Foundation. We want to remember and celebrate his victories, his records and his jubilation. You can be sure that he is in the very best of hands and that we are doing everything humanly possible to help him. Please understand if we are following Michael's wishes and keeping such a sensitive subject as health, as it has always been, in privacy. At the same time we say thank you very much for your friendship and wish you a healthy and happy year 2019." @keepfighting #Michael50 #TeamMichael

A post shared by Michael Schumacher (@michaelschumacher) on

 

“Stiamo facendo tutto il possibile per aiutarlo”. Dopo l’incidente sugli sci, il 29 dicembre di cinque anni fa. Una caduta rovinosa che gli ha provocato gravi lesioni cerebrali, il cinque volte campione del mondo di Formula 1 vive in un’ala appositamente attrezzata nella sua villa di Gland in Svizzera. E’ assistito da 15 persone.

“Siamo lieti e vi ringrazio di cuore per festeggiare il cinquantesimo compleanno di Michael con lui e con noi”, dice Corinna, in una nota rilanciata dal tabloid tedesco Bild. “State certi che è in buone mani e stiamo facendo tutto il possibile per aiutarlo. E per favore, cercate di capire se, seguendo il desiderio di Michael, lasciamo un argomento sensibile come la sua salute.

E i primi auguri di buon compleanno sono arrivati dall’ex presidente della Ferrari Luca di Montezemolo attraverso la Gazzetta.it. “Io spero perchè gli voglio bene, che possa succedere qualcosa ma non voglio dire altro. Se non che so che Michael lotta, che ha tanta determinazione e una famiglia magnifica intorno”. Parlare di Schumacher è per me bello e triste allo stesso tempo. Bello perché la mia e la sua vita, professionale come quella privata, si sono intrecciate. Volli prenderlo per la stagione 1996 perché lo consideravo per noi il pilota giusto, al momento giusto. Dopo che ci eravamo dati una grande organizzazione con Jean Todt, Ross Brawn, Rory Byrne e nei motori con la struttura guidata da Paolo Martinelli. E siamo sempre rimasti uniti, anche nei momenti difficili che ci sono stati come quelli dolci”. 

 

La stampa tedesca

Negli scorsi giorni la stampa tedesca aveva aperto uno spiraglio nel muro costruito dalla moglie Corinna intorno alla privacy del campione tedesco, come riportato anche in un nostro articolo. Il vecchio ufficio di Schumi negli ultimi cinque anni si è trasformato in una stanza d’ospedale super attrezzata. E sembrerebbe che il pilota non sia più in pericolo di vita.

Speranze rilanciate da una rivelazione di Jean Todt che alla guida della scuderia di Maranello ha costruito con Michael una stagione di grandi successi. “Ho visto il Gran premio del Brasile con Schumi”, ha detto il grande amico del pilota tedesco ed uno dei pochi ammessi a fare visita al campione.

Schumacher, gli ex compagni: gli auguri di Irvine, Barrichello e Massa.

Tantissimi messaggi sulle pagine della Gazzetta dello Sport in edicola oggi, per celebrare il cinquantesimo compleanno di Michael Schumacher. Una ricorrenza che arriva pochi giorni dopo quella del quinto anniversario dell’incidente sulle nevi di Meribel, che procurò al sette volte campione del mondo di Formula 1 gravissimi danni cerebrali. Tra i tanti pensieri di auguri a Schumi, ci sono anche quelli dei suoi storici scudieri in rosso: Eddie Irvine (compagno dal ’96 ’99), Rubens Barrichello (in Ferrari dal 2000 al 2004) e Felipe Massa (al Cavallino con Schumi nel biennio 2005-2006).
IRVINE — Ciò che ho sempre ammirato di Michael — correndo con lui in Ferrari — era la sua incredibile volontà di lavorare duro e la sua inarrivabile velocità, derivata dal talento naturale oltre che una perfetta abilità nel affrontare qualsiasi curva. Queste caratteristiche, unite alla consistenza delle sue prestazioni, hanno sempre consentito alla squadra di rilevare quali fossero i problemi con la vettura anche quando non si ottenevano risultati.
Oggi è triste sapere che per un banale incidente lui non possa vivere una vita normale come stiamo facendo tutti noi, i suoi compagni di squadra. Ogni tanto ci penso e un giorno vorrei poterlo riabbracciare.