Scoperto un nascondiglio di Mattia Messina Denaro, il boss latitante nascosto in cantina

Matteo Messina Denaro sarebbe stato nascosto a Campo di Pietra di Salgareda in provincia di Treviso. Secondo il Corriere della Sera il superboss della Mafia avrebbe condotto la sua latitanza nella cantina di un edificio di colore giallo, ospitato dal siciliano Vincenzo Centineo.

Il dettaglio è stato fornito dal collaboratore di giustizia Emanuele Merenda, che riscuoteva il pizzo per Luciano Donadio. Tutto è partito dall’inchiesta sull’infiltrazione della clan dei Casalesi ad Eraclea nel Veneziano e su quest’aspetto il pentito palermitano ha confidato: “Centineo mi ha anche detto che ha ospitato Matteo Messina Denaro per quattro o cinque giorni a Campodipietra. La facciata è di colore giallo”.

Il pm Veneziani ha chiesto a Merenda di parlare di Centineo, che era in contatto con Luciano Donadio presunto boss dei Casalesi in Veneto.