Simone muore nel giorno dei funerali di Alessio: la tragica storia dei cuginetti uccisi dal suv

Il commissario prefettizio di Vittoria Filippo Dispenza ha comunicato che è morto anche Simone di 12 anni, il cuginetto dell’undicenne Alessio. I due piccoli sono stati falciati nel centro di Vittoria in provincia di Ragusa. Alla guida del Suv c’era il pregiudicato Rosario Greco che era sotto effetto di alcol e cocaina.

Simone aveva perso le gambe a causa del terribile impatto, dopo il quale è stato trasferito al Policlinico di Messina. Stamane ci sono stati i funerali di Alessio e la terribile sorte ha voluto che Simone morisse nello stesso giorno. Palloncini bianchi, una bara bianca e tanti applausi per salutare il piccolo.

Il 34enne è stato arrestato ma i genitori del piccolo non riescono a darsi pace. I due sono stati intervistati dal TgCom 24. “Alessio era un ragazzo in gamba, andava a scuola, stava imparando a suonare la batteria, amava andare sui go kart. A volte veniva anche con me al lavoro e si alzava alle 5 di mattina. Quell’uomo deve marcire in galera,” ha detto il papà. Mentre la mamma ha dichiarato: “Appena dopo l’accaduto un uomo mi ha detto di non essere a conoscenza della dinamica dell’incidente. Io, che cercavo un telefono, gliel’ho strappato dalle mani per chiamare il 118, e lui me l’ha anche lasciato. Solo dopo ho scoperto che era lui l’assassino di mio figlio”.