35.3 C
Napoli
lunedì, Giugno 27, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Smartworking e gestione delle risorse: tutti i pro e i contro della gestione di un team aziendale, da remoto


Nel 2020 improvvisamente abbiamo imparato il termine smartworking, oggi dopo due anni in cui le aziende si sono organizzate per fronteggiare l’emergenza pandemica che ci ha portati via dagli uffici fisici a cui eravamo abituati vediamo anche come le abitudini quotidiane di gestione delle risorse si sono modificate e tutti i vantaggi e gli svantaggi che questa condizione nuova del lavoro ha portato.

Che cos’è lo smartworking?

Lo Smart Working è una modalità di lavoro agile che si basa sui principi di autonomia e flessibilità di orari e spazi. Risulta quindi essenziale che le aziende, nel momento in cui decidono di applicarlo, siano sicure di essere in grado di gestirlo nei migliori dei modi per ottenere ritorni in termini di performance e produttività.

La centralità del concetto di collaborazione

In quest’ottica diventa centrale il concetto di “collaborazione” con il team di lavoro, al fine di evitare alienazione delle risorse e sensazione di essere lasciati a se stessi.

Nello smart working la collaborazione è quindi ancor più fondamentale perché consente di:

  • raggiungere gli obiettivi, rendendo il team più produttivo;
  • evitare l’isolamento sociale,
  • agevolare la creazione di relazioni professionali tra colleghi;
  • favorire l’espressione delle proprie idee.

I dispositivi tecnologici consentono oggi di mettere in contatto persone fisicamente distanti, permettendo loro di collaborare a distanza.
Le attività da mettere in atto per agevolare la collaborazione sono quindi:

  • semplificazione delle comunicazioni,
  • organizzazione di team-building e meeting virtuali;
  • gestione dei documenti in cloud;
  • appuntamenti gestiti attraverso un calendario condiviso.

Come gestire le risorse in Smartworking

I principi di autonomia, flessibilità e libertà alla base dello smart working, comportano necessariamente un’evoluzione nei modelli di gestione dei dipendenti.

Diventa quindi fondamentale monitora e tenere conto dei seguenti aspetti:

  • carico di lavoro
  • utilizzo consapevole degli strumenti
  • capacità di delegare: concetto che si basa sulla fiducia tra superiore e dipendente.

Nell’ambito dello smart working la sfida posta oggi alle risorse umane è quella di riuscire a valorizzare il rapporto interpersonale, motivare, stimolare e favorire il coinvolgimento del lavoratore, nonostante questo avvenga attraverso uno schermo.

Una delle prime aziende ad adottare la modalità ibrida di lavoro in Campania, è Emmemedia Web Agency: da molto tempo infatti, l’agenzia di marketing che ha sede a Napoli consente ai suoi dipendenti di lavorare ovunque vogliano sentendosi liberi, ma mai distanti.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Accrediti del bonus 200 euro tra giugno, luglio e ottobre: le differenze tra beneficiari

Accrediti del bonus 200 euro tra giugno, luglio e ottobre: le differenze tra beneficiari. Il decreto-legge 17 maggio 2022...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria