Torna l’incubo Covid all’ospedale di Pozzuoli, positivo giovane di Caivano

Torna l'incubo covid, una persona di Caivano positiva all'osp
Torna l'incubo covid, una persona di Caivano positiva all'ospedale di Pozzuoli

Torna l’incubo Covid a Pozzuoli. Come riporta Gennaro Del Giudice su Cronaca Flegrea.it c’è un caso di coronavirus all’ospedale di Pozzuoli. Si tratta di una persona di
di 38 anni, originario di Caivano ma residente a Pozzuoli, il quale dopo essere risultato positivo al tampone è stato trasferito con barella contenitiva in ambulanza all’ospedale “Cotugno” di Napoli.  Nelle prossime ore verrà sottoposto a una nuova
sequenza di tamponi.

Il report in Campania e il caso Pozzuoli

Sale a 6, su 1350 tamponi esaminati, il numero dei positivi al Coronavirus oggi in Campania. Secondo quanto rende noto l’Unità di crisi della Regione Campania, ad oggi sono 4624 i positivi su un totale di tamponi pari a 266.472. Il numero dei decessi resta fermo a zero (431 il numero complessivo). Il totale delle persone guarite, invece, è di 4.060 di cui 4.054 totalmente guariti e 6 clinicamente guariti. Il caso di Pozzuoli non è contenuto in questo report.

Il caso Mondragone

Scatta una mini zona rossa a Mondragone per i residenti in quattro edifici di case popolari, il cosiddetto ‘complesso ex palazzi Cirio‘. Lo ha deciso con una ordinanza il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, mentre è in corso lo screening della Asl di Caserta sui circa 700 abitanti. Si tratta in prevalenza immigrati e in gran parte di origine bulgara. Fino al 30 giugno, salvo proroghe, i residenti – “fortemente popolati e in condizioni di alta promiscuità”, si legge nell’ordinanza – dovranno rimanere in isolamento domiciliare. Il Comune provvederà a fornire loro derrate alimentari. Forze dell’ordine ed esercito vigileranno sul rispetto della quarantena. Nel frattempo in tutto il comune di Mondragone torna l’obbligo di indossare la mascherina, anche all’aperto, fino al 30. Prescrizione che da oggi non è più valida nel resto della regione. Dunque dopo Mondragone c’è anche un caso a Pozzuoli.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.