Trentola Ducenta in dad
Molti i comuni che riportano gli studenti in dad.

Dopo il rinvio delle riaperture dal 7 al 12 aprile, insieme al Comune di Parete, tutti gli studenti di Trentola Ducenta ritornano in didattica a distanza. Questa restrizione è stata effettuata in base al numero di contagi registrata in questi giorni, come spiega il primo cittadino Michele Apicella con un post su Facebook. ”Invito tutti i cittadini a stare tranquilli. Tutte le decisioni assunte da questa Amministrazione sono dirette a tutelare il bene comune e in questo caso a tutelare la salute pubblica”, così conclude.

Il post del sindaco di Trentola Ducenta, Michele Apicella

Le scuole, dopo il ritorno in zona arancione, sono sempre nell’occhio del ciclone. Quella del sindaco di Trentola Ducenta, Michele Apicella, è una decisione presa in considerazione dai dati di contagio. Scelta in collaborazione con l’Asl che ha rilasciato il parere favorevole alla chiusura delle scuole. ”Una decisione confortata anche dalla nota dei Medici di Medicina generale e da quella del Comandante della Polizia locale che rimarcano una circolazione e una diffusione notevole del virus”.

Il primo cittadino tende a placare gli animi sul web e spiega il calcolo degli attuali positivi

”Vorrei spiegare che il numero degli attualmente positivi non dà alcuna indicazione sulla crescita o diminuzione del contagio. Per essere più chiari, il numero degli attualmente positivi si sottrae a quelli ai guariti del giorno precedente e sommando quello dei nuovi positivi”, riportando poi anche degli esempi numerici. ”Tuttavia, ai tuttologi del web questi dati non servono perché loro conoscono tutte le forme del virus e i modi del contagio. D’altronde se qualcuno sul web affermasse l’ovvio e cioè che 2+2 fa 4, sono certo che ci sarebbe sempre il matematico di turno pronto a confutare questa tesi rifacendosi a una teoria della relatività di sua scoperta”.

In bilico le scuole anche di Cesa

Cesa, comune in provincia di Caserta, è rientrata in una ‘mini zona rossa’. Il sindaco, Enzo Guida ha rilasciato alcune restrizioni ed è in bilico il futuro delle scuole in presenza. Si attende la risposta dell’Asl per il loro futuro. Mentre in altri Comuni della provincia molti istituti sono stati già chiusi a causa Covid, come Carinaro, Lusciano, Villa di Briano e San Felice a Cancello.

SE VUOI RESTARE SEMPRE AGGIORNATO VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.