28.1 C
Napoli
venerdì, Agosto 19, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Entro 2 mesi mezza Europa sarà contagiata da Omicron, ma Pfizer annuncia l’arrivo del vaccino solo per marzo


Arriva il vaccino anti Omicron entro marzo. LOms stima che entro due mesi oltre il 50% di cittadini avrà contratto Omicron.

A questo ritmo, l’Istitute for Health Metrics and Evaluation (Ihme), prevede che oltre il 50% della popolazione della regione sarà infettata da Omicron entro le prossime sei-otto settimane” queste sono le parole di Hans Kluge. Il direttore dell’Oms Europa Kluge parla dei dati riportati dall’istituto durante una conferenza online. Kluge sottolinea inoltre come questa variante possa contagiare e colpire anche chi ha contratto precedentemente il virus, o chi è vaccinato.

I dati dell’Oms 

I dati dei contagi non sono per niente rassicuranti. Si registrano “oltre sette milioni” i nuovi casi di Covid-19 registrati in tutta la regione europea nella sola prima settimana del 2022. Kluge dichiara durante una conferenza stampa online, infatti, commentando il dato riferito sopra: “dato più che raddoppiato in un periodo di due settimane“. Il direttore dell’Oms Europa continua poi spiegando come i dati di 26 Paesi europei , al 10 gennaio, hanno riportato che oltre l’1% della loro popolazione si sta infettando ogni settimana. E’ importante capire a quali paesi si riferisce l’Oms quando parla di “regione europea”. La regione europea per l’Oms, infatti, arriva fino alla Russia europea comprendendo anche le ex repubbliche sovietiche dell’Asia Centrale.

Le decisioni dei vari governi di ridurre le durate delle quarantene devono considerare tutti i vari pro e contro che ne possono derivare. Sono inoltre ammesse solo in combinazioni di test negativi e solo se sono essenziali “per preservare la continuità dei servizi”.

Vaccino Pfizer contro Omicron entro marzo

Arrivano però anche buone notizie per contenere l’avanzata di Omicron, dal fronte Pfizer. L’amministratore delegato della Pfizer Albert Bourla ha annunciato infatti che il vaccino contro la variante Omicron sarà pronto entro marzo. Ha spiegato inoltre, in un intervista alla Cnbc, che il vaccino sarà efficace non solo contro Omicron. Andrà infatti a contrastare anche le nuove varianti. “La speranza è raggiungere qualcosa che ci garantisca una migliore protezione, in particolare contro il contagio, perché la protezione dal ricovero e dai sintomi gravi è già ragionevole, in questo momento, con gli attuali vaccini, fintanto che si fa la terza dose” ha dichiarato Bourla.

Si attende inoltre anche la risposta dell’Ema (agenzia europea per i medicinali) sull’immissione in commercio del farmaco antivirale, Paxlovid di Pfizer. La scelta dovrebbe avvenire nelle prossime settimane. Il farmaco antivirale Paxlovidriduce la capacità del Covid di moltiplicarsi nell’organismo“. L’agenzia europea per i medicinali “valuterà i benefici e i rischi di Paxlovid in tempi ridotti e potrebbe emettere un parere entro poche settimane, a seconda se i dati presentati siano sufficientemente solidi o se siano necessarie ulteriori informazioni” spiega la nota.

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Il mare di Napoli invaso da topi e liquami, giorno ‘nero’ per i bagnanti

Chiazze di liquami fognari e topi morti sono spuntati nel mare di Nisida determinando un terribile spettacolo per gli...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria