Tragico incidente a Villa Literno, Salvatore muore a 19 anni: era sullo scooter insieme al fratello

Salvatore Carmellino, il 19enne di Villa Literno che ha perso la vita nell'incidente [Foto d'archivio]
Salvatore Carmellino, il 19enne di Villa Literno che ha perso la vita nell'incidente [Foto d'archivio]

Un terribile incidente quello che si è registrato nella serata di ieri tra via Porchiera e Pinetamare, periferia di Villa Literno. Due fratelli si sono schiantati con lo scooter contro un’auto per motivi ancora in fase di accertamento. Uno di questi, Salvatore Carmellino, purtroppo ha perso la vita a 19 anni: il ragazzo, infatti, ha perso la vita subito dopo il violento impatto a seguito dell’incidente. Gravissimo invece il fratello, per il quale tutti pregano per le sue condizioni. A riportare la notizia è Edizione Caserta. Su quanto accaduto indagano i carabinieri del reparto territoriale di Mondragone, i quali stanno tentando di ricostruire l’esatta dinamica del sinistro avvenuto a Villa Literno.

Non solo il decesso di Salvatore a Villa Literno, pochi giorni fa un incidente mortale sull’A16

E’ sconvolta la comunità di Sant’Antimo per la tragica morta di Emanuele D’Agostino. Il 41enne è deceduto a seguito del tragico incidente avvenuto sulla A16 lo scorso 29 giugno.

Emanuele D’Agostino, l’incidente che ha portato alla morte del 41enne

Emanuele D’Agostino, il giovane di Sant’Antimo era in sella alla sua moto, modello Kawasaki ninja, e stava percorrendo l’autostrada che collega la Campania con la Puglia, quando per motivi in corso di accertamento, si è scontrato contro l’auto di due anziani originari di Trento. Immediati i soccorsi. I due anziani, sotto choc, non hanno riportato alcuna ferita, mentre per il centauro di Sant’Antimo le condizioni sono apparse subito critiche: diverse lesioni interne e un’emorragia cerebrale.

Non c’è stato nulla da fare

 I medici dell’azienda ospedaliera avevano deciso immediatamente di procedere con un intervento chirurgico, ma per Emanuele D’Agostino, il quarantunenne di Sant’Antimo, non c’è stato nulla da fare. Dopo 48ore di agonia il cuore di Emanuele ha smesso di battere. Resta da chiarire la dinamica dell’incidente avvenuto nei pressi del chilometro 28, in direzione Napoli.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO SULL’EMERGENZA CORONAVIRUS, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK