Vincenzo de Luca indagato, la replica ironica “Straordinario scoop giornalistico”

De Luca risponde all'indagine sul suo conto
De Luca risponde all'indagine sul suo conto

Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca è indagato nell’ambito di un’inchiesta della Procura di Napoli. Le accuse sono di abuso e truffa. Quattro vigili urbani di Salerno, infatti, ‘promossi’ in Regione a membri dello staff. A loro sarebbe stato assegnato il ruolo di addetti o responsabili di segreteria. De Luca è stato ascoltato dai pm negli scorsi mesi.

Il post di Vincenzo De Luca sull’indagine

Inizialmente ha allargato le braccia senza rispondere il presidente della Regione Campania, ai giornalisti che, a Salerno, gli hanno chiesto di commentare l’inchiesta
Il presidente sta partecipando, al Mediterranea Hotel, alla presentazione del progetto del Palazzetto dello Sport di Salerno.

“E’ uno straordinario scoop giornalistico. Si apprende, dunque, della tempestiva scoperta che da tre anni è aperta una indagine sull’organizzazione dell’Ufficio di segreteria del Presidente della Regione Campania”, dichiara.
“L’indagine – dovuta precisa De Luca – è partita da un esposto di un ex assessore regionale (ex Forza Italia, ora leghista). Questo mentre era assessore si faceva dare incarichi per centinaia di migliaia di euro dall’azienda regionale dei trasporti EAV (indagate, indagate…)”.

“L’indagine triennale verte su questo interrogativo. Gli autisti che a turno accompagnano il Presidente della Regione, erano solo autisti o facevano anche lavoro di segreteria?
Nel frattempo si comunica che l’organizzazione dell’Ufficio di segreteria della Presidenza attuale, rispetto a quella precedente, ha comportato un risparmio di 84.000 euro l’anno.
Buon lavoro a tutti.E per il resto, non perdere tempo e non farsi distrarre”, conclude De Luca. 

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.