12.1 C
Napoli
domenica, Gennaio 23, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Vomero in rivolta: «È speculazione». Ma l’assegnazione fu a firma Iervolino


E’ certamente un Vomero inedito quello di stamane. La vita tranquilla e silenziosa del quartiere “alto” della città è stata messa in stand by. Piazza Degli Artisti è presidiata da cittadini, commercianti e comitati. Chiedono a gran voce di rispettare il volere popolare. Il punto focale della questione è la costruzione di box interrati. Dei parcheggi da scavare – letteralmente – sotto la piazza e da rivendere a caro prezzo. Le prime avvisaglie, per usare un eufemismo, si erano avute già lo scorso 17 aprile. A un mese esatto di distanza, le barricate annunciate sono state puntualmente issate a cospetto degli operai della Cooperativa Napoli 2000. L’idea di 800 box-parcheggio privati, che la cooperativa rivenderà al modico prezzo di 50000 euro, non piace a chi il quartiere lo vive e in quella zona in particolare ci lavora. In nome del progresso, chiaramente, la Cooperativa spinge le sue trivelle affinché gli indugi vengano messi da parte. Quello che la Napoli 2000 non aveva previsto è la rabbia del Vomero.

vomero-musella-scontri-box
Uno scatto che descrive perfettamente la tensione che si respira al Vomero – Antonio Musella

Vomero a ferro e fuoco, è braccio di ferro con la Napoli 2000

Per i manifestanti, la costruzione dei box-parcheggio è semplicemente un modo per speculare sugli (inesistenti) spazi liberi della città. In una città dove le aree edificabili libere non esistono, lo spazio viene venduto a peso d’oro. Inoltre, sottolineano i comitati, la speculazione (sul sottosuolo!) metterebbe a serio rischio la stabilità dei palazzi che affacciano su piazza Degli Artisti, oltre a causare un irreparabile danno economico ai mercatali dell’adiacente mercatino di Antignano. Va ricordato che la giunta De Magistris aveva già congelato il provvedimento di costruzione impugnato dalla Napoli 2000. Un provvedimento assegnato dall’ex Sindaco Rosa Russo Iervolino, un attimo prima della scadenza del suo mandato. Per alcuni è, a tutti gli effetti, “un regalo agli amici”.

Gennaro Capodanno: «Di box invenduti ce ne sono a centinaia!»

Intanto, nelle ultime ore la tensione è salita pericolosamente. Sul gruppo “La collina dice basta a cantieri e scavi“, i comitati fanno quadrato. «Ribadiamo ancora una volta il nostro no deciso alla realizzazione di parcheggi privati interrati su suolo pubblico – afferma Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari -. Dato che molti dei box di questo tipo realizzati al Vomero risulterebbero allo stato invenduti ci domandiamo che senso abbia continuare a realizzare altri box interrati privati a poche centinaia di metri da quelli ancora vuoti, dal momento che la domanda allo stato appare inferiore all’offerta». In effetti, non fa una piega.

vomero-proteste-box
Uno dei presidi al Vomero – La Repubblica Napoli

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Luigi no Vax fino alla fine, morto dopo essersi strappato il casco dell’ossigeno in ospedale

Un bravo ragazzo, un giovane amato da tutti con la grande passione della pesca e ricordato sui social dai tantissimi amici che aveva nella vita...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria