20.1 C
Napoli
mercoledì, Maggio 18, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

BACINO NAPOLI 1, CASTALDO RESTA IN SELLA


GIUGLIANO – Consorzio di Bacino, Antonio Castaldo resta al suo posto. Il Consiglio di amministrazione, riunitosi prima della pausa estiva, lascia l’ex primo cittadino di Giugliano ai vertici del Bacino Napoli 1. Nessuna sfiducia quindi, come da giorni si vociferava prima della seduta. Castaldo resta ancorato alla poltrona di presidente. A chiederne le dimissioni era stata l’intera classe politica giuglianese, a seguito dello scioglimento del Consiglio di Giugliano. “Castaldo rappresentava, all’interno dell’Assemblea del Consorzio, il Comune Giugliano. Sciolto il Consiglio, rimosso da Sindaco, avrebbe dovuto avere la dignità di rassegnare le proprie dimissioni”. Da destra a sinistra, dai nemici più agguerriti agli ex compagni di partito è stato un coro unanime. Castaldo fu destituito dalla carica di primo cittadino lo scorso 24 giugno, ad appena 13 mesi dal voto. A rassegnare le dimissioni furono 27 consiglieri su 30 che contestavano “l’assoluta inerzia del sindaco nell’attuare i punti più qualificanti del programma elettorale”. Oggi l’ex primo cittadino ‘azzurro’ sembra aver capito la lezione: con il nemico non si scherza, e lui il nemico sa di averlo avuto all’opposizione ma pure fra le mura domestiche. Una catena sempre più lunga di risentimenti che teneva prigioniera l’intera classe dirigente in un modo così evidente che l’opposizione aveva preso a giocarci su con una frenesia pari al crudele divertimento. Più del centrosinistra, usciti ammaccati dalle ultime prove politiche come poche altre volte, sono stati quelli del suo gruppo (An in primis) a provocare ombre.

Oggi, l’alfiere della destra giuglianese non ha nessuna intenzione di lasciare la dirigenza del Consorzio Na1. Il Consiglio di amministrazione – composto dai sindaci di Villaricca, Mugnano, Forio D’Ischia, Qualiano e Monte di Procida – ha approvato il bilancio consuntivo dell’ultimo anno di attività. La questione della presidenza non è stata neanche dibattuta. Facile intuire che si attendi l’ acquietarsi della situazione politica a Giugliano, dove si andrà alle urne in primavera.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Appalti Asl per fronteggiare il Covid in Campania, 23 indagati: c’è anche Ciro Verdoliva

Ventitre persone sono state iscritte nel registro degli indagati dalla Procura di Napoli nell'ambito di tre filoni investigativi che...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria