Covid. Stop alle partite nei bar e nelle sale giochi nel Napoletano: la decisione del sindaco

Covid, l'ordinanza ad Acerra
Covid, l'ordinanza ad Acerra

Stop alle partite nei bar e nelle sale giochi per evitare la diffusione del covid. E’ la decisione del sindaco di Acerra, Raffaele Lettieri. Divieto di trasmettere e assistere alle competizioni sportive e/o alle comunicazioni sui monitor. Il provvedimento sarà adottato all’interno dei locali delle sale slot, sale giochi, negozi scommesse o sale scommesse e bar. E’ quanto disposto dal Sindaco di Acerra, Raffaele Lettieri, con Ordinanza Sindacale n. 50 del 17/10/2020.

Il provvedimento sindacale, firmato oggi dal primo cittadino con lo scopo di contrastare e contenere la diffusione del contagio da Covid-19 sul territorio comunale, si applica dalla data di pubblicazione fino al giorno giovedì 22/10/2020salvo ulteriori provvedimenti in conseguenza dell’evoluzione della situazione epidemiologica. Nell’Ordinanza n.50 si precisa, inoltre, che è consentita l’erogazione degli altri servizi di settore. Tutto entro i limiti e nella stretta osservanza delle misure precauzionali dettate dall’ordinanza regionale.

Il Sindaco Lettieri ha spiegato: “Si tratta di un piccolo sacrificio che sicuramente la mia Comunità comprende e approva, perché in questi luoghi solitamente ci si riunisce per svago e per assistere alle competizioni sportive in amicizia. In questo momento in cui si impone la didattica a distanza ai nostri figli, non possiamo correre il rischio di diffondere il contagio per andare a vedere la partita. Per fortuna oggigiorno queste competizioni sportive sono facilmente accessibili anche con altri mezzi. Gli acerrani sono persone di buon senso, sono favorevoli a questo provvedimento. Sanno molto bene che bisogna assumere comportamenti prudenti e responsabili in questa fase. Si tratta di piccoli sacrifici che ci consentiranno di scongiurare nuovi rischi, anche maggiori, altrimenti rischiamo di far piombare tutti noi nel lockdown che nessuno vuole”.