Aveva un permesso premio per vedere la famiglia, camorrista evaso dal carcere

(Immagine di repertorio - archivio InterNapoli)

Un camorrista è fuggito dal carcere di Marassi grazie ad un permesso premio. La notizia è stata riportata sabato dal sito TeleNord. L’uomo è detenuto in carcere da 16 anni per tentato omicidio a Genova: il fine pena era previsto per il 2024. L’evaso è ritenuto affiliato al clan dei Grimaldi di Soccavo. L’uomo ha incontrato i familiari in una casa nel centro del capoluogo ligure.

Sarebbe dovuto rientrare in cella entro sabato scorso alle ore 9. Solo alle 21 la direzione del carcere di Marassi ha comunicato l’evasione al magistrato di sorveglianza. Fabio Pagani, segretario regionale della Uil Penitenziaria ligure, ha denunciato l’accaduto: “Ingiusto e pericoloso garantire dei benefici a reclusi condannati per reati gravi come quelli dell’associazione a delinquere di stampo mafioso”.

Il camorrista era detenuto nella sesta sezione ad alta sicurezza, dove sono rinchiusi i soggetti con condanne definitive pesanti ed sono ritenuti socialmente pericolosi.