Covid nelle scuole, la ministra Azzolina: «Restano aperte, è importante»

Covid nelle scuole, la ministra Azzolina: «Restano aperte, è importante»
Covid nelle scuole, la ministra Azzolina: «Restano aperte, è importante»

«La scuola in presenza è fondamentale per tutti, dai più piccoli all’ultimo anno del secondo grado». Questa, a quanto si apprende, la posizione ribadita dalla Ministra Lucia Azzolina nel corso dell’incontro di stamani con le Regioni sulla questione scuole.

Per le superiori una parte di didattica digitale «è già presente», ha ricordato la ministra. Sulla differenziazione degli orari le Regioni chiedono al Governo di organizzare eventuali adattamenti per le scuole di secondo grado. Passa dunque – a quanto si apprende – la linea del Ministero dell’Istruzione: nessuna misura generalizzata, ma interventi mirati, territorio per territorio, e d’intesa con dirigenti scolastici e famiglie. La Ministra ha poi chiesto che per risolvere le criticità dei trasporti «non si guardi solo a Scuola e Università. La scuola ha «già contribuito a decongestionare i trasporti. Ora si agisca anche su altri settori», dice la ministra.

Scuole, parziale dietrofront di De Luca: bimbi da 0 a 6 anni tornano tra i banchi

A integrazione dell’Ordinanza n.79, su richiesta dei Sindaci pervenuta all’Unità di Crisi attraverso l’ANCI, e nelle more di specifici congedi parentali per i genitori, da domani è consentita, anche in presenza, l’attività delle scuole dell’infanzia: nidi, asili, con bambini di età compresa nella fascia della fascia 0-6 anni.

Come annunciato questo pomeriggio da Vincenzo De Luca, sono 1.261 i nuovi casi di coronavirus in Campania. Nelle ultime ore, su 14.222 tamponi è dunque cresciuta ulteriormente la quota dei positivi al covid nella nostra regione. L’unità di crisi ha diramato questo pomeriggio tutti i dettagli aggiornati a giovedì sera.

Dei 1.261 nuovi casi, 68 sono sintomatici, mentre sono 1.193 i pazienti che non presentano sintomatologia. Dall’inizio della pandemia sono stati 23.033 le persone risultate positive. Tre le persone decedute (due di Scafati e uno a Mondragone), 499 dall’inizio dell’epidemia. Sono invece 148 le persone che hanno “negativizzato” il tampone nelle ultime 24 ore. Sono 8.180, in totale, le guarigioni dall’inizio della pandemia da coronavirus. 

Fornito, inoltre, il dettaglio dei posti letto disponibili. Secondo quanto comunicato dall’unità di crisi, sono 67 i posti di terapia intensiva occupati, sui 110 complessivi. Peggiore la situazione dei letti di degenza: 786 occupati su 820 totali.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO SULL’EMERGENZA CORONAVIRUS, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK