30.2 C
Napoli
giovedì, Luglio 7, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Banda dei finti finanzieri tra Giugliano e Napoli, sconti in Appello


Si è concluso il processo di Appello contro la banda di finti finanzieri, accusati a vario titolo di associazione a delinquere, rapine pluriaggravate, furti in abitazione, usi di segni e distintivi falsi (pettorine e palette della guardia di finanza). La Corte di Appello di Napoli, quinta sezione penale, Presieduta dalla Dottoressa Loredana Acierno, ha rideterminato le pene inflitte in primo grado, nel seguente modo: Polito Aldo: anni 9 e mesi 8 di reclusione (primo grado 12 anni), Romano Salvatore: anni 9 (primo grado 11 anni); Nesci Gaetano: anni 9 (primo grado anni 11); Marzatico Luigi: anni 6 mesi 4 (primo grado anni 8); Capuozzo Roberto: anni 9 mesi 4 (primo grado anni 10); Alimani Anesti: anni 6 mesi 2 (primo grado 8); Balido Rosario: anni 7 di reclusione (primo grado anni 9 di reclusione); Mangini Ciro: anni 6 mesi 6 (primo grado anni 8 di reclusione)

Collegio difensivo avvocati Giovanni Abbate, Luigi Poziello, Giovanna Limpido, Mauro Zollo, Francesco Esposito, Bruno Carafa, Mauro Porcelli, Mario D’Alessandro, Gaetano D’Orso.

L’OPERAZIONE CONTRO I ‘FINTI FINANZIERI’

Il provvedimento cautelare era stato emesso dal Gip del Tribunale Ordinario di Napoli lo scorso giugno. L’attività investigativa svolta con riferimento ad una serie di rapine commesse tra il mese di luglio 2017 e maggio 2018. Il gruppo fingeva di appartenere alla Guardia di Finanza. La banda utilizzava pettorine e distintivi falsi per introdursi all’interno delle abitazioni delle vittime, dopodiché si appropriava di denaro ed oggetti di valore. Durante le rapine sono state usate spesso armi da fuoco, sopratutto, sono state agevolate dalle informazioni acquisite dai conoscenti delle vittime.

LA STORIA DEI COLPI COMMESSI DAI FINTI FINANZIERI A GIUGLIANO

I dieci sono indagati per diversi colpi. La prima rapina fu consumata in 25 luglio 2017 in via Catone, dove rubarono circa 50mila euro. Rapina fallita in via Marco Aurelio nel 26 luglio 2017. Il 14 dicembre del 2017 consumarono una rapina in via degli Zingari, fuggendo via con alcuni cellulari e contanti. Si impossessarono di due orologi Rolex e denaro contante nel corso della rapina in via Virgilia Wolf risalente al gennaio 2018.  Consumarono una rapina il 26 gennaio 2018 in via Madonnelle, dove rubarono un orologio Rolex, 25mila euro in contanti e alcuni telefoni cellulari. Un’altra rapina condotta il 20 febbraio 2018, in via Augusto Righi, durante la quale asportarono due orologi Rolex. Rubati inoltre 10mila in contanti, telefoni cellulari e l’autovettura Suzuki Splash.

GLI ALTRI RAID

Il 2 marzo 2018 colpirono in via Armstrong, dove fuggirono via con monili in oro, telefoni cellulari e circa 3mila euro in contanti. Il 14 marzo 2018 entrarono in azione in via Al Chiaro di Luna, dove asportarono numerosi monili in oro, un orologio Rolex, telefoni cellulari e denaro contante. Nel marzo del 2018 condussero una rapina a Giugliano in via Nuova Casa D’Agostino. In quell’occasione si impossessarono di numerosi monili in oro, denaro contante ed un telefono cellulare. Infine l’ultima rapina risale al 27 marzo 2018, quando rubarono 15mila euro in contanti ed alcuni effetti personali in via Petrarca.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

Antonio Mangione
Antonio Mangionehttp://www.internapoli.it
Giornalista pubblicita iscritto dalll'ottobre 2010 all'albo dei Pubblicisti, ho iniziato questo lavoro nel 2008 scrivendo con testate locali come AbbiAbbè e InterNapoli.it. Poi sono stato corrispondente e redattore per 4 anni per il quotidiano Cronache di Napoli dove mi sono occupato di cronaca, attualità e politica fino al 2014. Poi ho collaborato con testate sportive come PerSempreNapoli.it e diverse testate televisive. Dal 2014 sono caporedattore della testata giornalistica InterNapoli.it e collaboro con il quotidiamo Il Roma
- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Napoli. Parcheggiatori abusivi, l’assessore: “Sì alla revoca del reddito di cittadinanza”

«Grazie all'azione della Polizia municipale, daremo un grande apporto per contrastare i parcheggiatori abusivi. Noi inviamo all'Inps le valutazioni,...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria