Bombe, agguati e omicidi in provincia di Napoli: è la guerra tra i Vollaro e i Mazzarella

L’omicidio a fine anno di Ciro D’Anna, ucciso in una tabaccheria a Portici, e la bomba della scorsa notte in via Casaconte contro un pregiudicato legato ai Vollaro confermano l’esistenza di una rivalità esplosa anche nella vicina San Giorgio a Cremano tra due dei gruppi di camorra più storicamente rappresentativi. Da un lato i Vollaro, famiglia criminale che, nonostante gli arresti e le morti dei capiclan, risulta essere ancora egemone a Portici seppur ridimensionata; dall’altra i Mazzarella, la cui costola di San Giorgio a Cremano, in guerra già con i Troia di San Giorgio a Cremano, starebbe pensando di allargare i propri interessi legati al narcotraffico nella vicina città della Reggia. Un’avanzata decisa dal nuovo giovane reggente che avrebbe preso in mano le redini del sodalizio retto fino a qualche tempo fa da Franco Mazzarella ‘o parent.  Ad aprire i contrasti l’apertura di una piazza di spaccio a via Dalbono: questo ‘punto vendita’ starebbe alla base dei contrasti tra i due cartelli storici criminali. Contrasti che nei mesi scorsi hanno portato a più di un raid intimidatorio, la più eclatante una stesa nei pressi del Granatello.