Brucia la Grecia, spaventosi incendi in diverse città: migliaia di turisti in fuga

La Grecia brucia, incendi a Corfù, Samo e nel Peloponneso: mille turisti evacuati

La Grecia brucia. Una serie di incendi hanno fatto scattare l’allarme, anche in molte zone frequentate da turisti per le vacanze estive. La memoria di quello che accadde a fine luglio dello scorso anno è ancora viva. Vi erano stati 91 morti nel incendi che avevan devastato la regione attorno ad Atene, nell’Attica orientale. Tra le vittime c’era stato un grande numero di bambini, molti dei quali erano diventati i volti della tragedia.

La Protezione Civile ha reso noto che il livello di allerta rimane altissimo dopo i 56 roghi che i vigili del fuoco hanno dovuto domare nelle ultime 24 ore.  Gli interventi sono stati necessari in aree del Peloponneso, così come a Corfù e Samo.

Almeno un migliaio In i turisti hanno dovuto abbandonare 5 hotel nella città di Pythagoreio, a Samo. La guardia costiera ha utilizzato le proprie imbarcazioni per portare via decine di persone dalle spiagge. I turisti hanno potuto far ritorno successivamente ai propri hotel.

Intanto ieri un cittadino straniero di 20 anni è stato arrestato sabato e accusato di aver causato l’incendio di venerdì sull’isola sud-orientale di Leros. L’incendio è iniziato nell’area di Merikia e presto si è diffuso, bruciando oltre 4 ettari di pineta.