enza cimitile uccisa brusciano palazzine sebastiano
Foto di archivio

Un omicidio stravolge la comunità di Brusciano. Sebastiano Cimitile ha ucciso a coltellate la sorella Enza in un appartamento in via Rossellini. Il 54enne ha chiamato gli agenti di polizia ammettendo di aver commesso l’efferato delitto. La 56enne accoltellata è stata trovata sul pianerottolo.

Gli agenti dopo aver constatato l’avvenuto delitto lo hanno bloccato ed arrestato. Al momento sono ignote le cause alla base del gesto. Sebastiano ha ferito in modo gravissimo la donna che, in cerca di aiuto, ha aperto la porta di casa cercando di fuggire. Enza ha trovato la morte sulle scale del quinto piano.

“Ho ucciso mia sorella”, la confessione del fratello di Enza

“Ho ucciso mia sorella”. Così è stata scoperta la tragedia di Brusciano dove un uomo allertava le forze dell’ordine, quest’ultime hanno trovato una donna riversa in una pozza di sangue sulle scale dell’abitazione. Sebastiano era in cura in un centro di igiene mentale di Acerra.

L’uomo avrebbe accoltellato la sorella Enza lasciandola sulle scale. Poi si barricato in casa dove gli agenti della polizia di Stato lo hanno trovato in stato confusionale.  Enza avrebbe cercato di scappare dalla furia del fratello con il quale viveva al quinto piano di una palazzina della 219 in via Rossellini. Purtroppo è stata raggiunta dall’uomo che l’ha colpita con diversi fendenti con un coltello da cucina. Il 54enne si è poi barricato in casa, dove i poliziotti lo hanno trovato in stato confusionale. Dopo averlo convinto ad aprire la porta lo hanno portato in commissariato.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.