Carabiniere spara alla moglie e si uccide

Un carabiniere ha sparato alla moglie e si è tolto la vita con un colpo di pistola esploso con la stessa arma. E’ accaduto a Marino, vicino a Roma. Secondo quanto si è appreso la donna è stata trasportata in ospedale.

Il carabiniere di 56 anni, Antonio Boccia, originario di Sarno, ha sparato alla moglie di 49. In tutto il militare, nel loro appartamento in via Costa Caselle, ha esploso 4 colpi di pistola, colpendo la donna in diverse parti del corpo. La moglie, Annamaria Ascolese sempre di Sarno, ha tentato di scappare raggiungendo il terrazzo dove è caduta sul pavimento. Il carabiniere è quindi rientrato nel salotto e si è puntato l’arma al cuore togliendosi la vita. La donna, inizialmente soccorsa dai vicini e quindi da un equipaggio del 118 di Frattocchie, è stata poi trasportata all’ospedale San Camillo di Roma con l’elisoccorso atterrato al campo sportivo di Marino.

La donna, una maestra, è gravissima. Per i rilievi sono in intervenuti gli agenti del
commissariato di Marino e la polizia scientifica. Non si conoscono i motivi del gesto. Il
militare che ha compiuto il gesto lavorava al dipartimento anti-droga all’Anagnina.

L’impegno politico

Per le prossime elezioni amministrative la donna ha fondato una lista civica in difesa della donna — «Marino in rosa» — a sostegno della candidatura a sindaco di Gabriella De Felice. Un impegno che ha reso famosa Annamaria Ascolese, insegnante di scuola materna di 50 anni, in tutta la cittadina dei Castelli. Ma nessuno, almeno fino a qualche mese fa, poteva immaginare che proprio lei rimanesse vittima del marito.

 Stando alle testimonianze di amici e vicini di casa, fra marito e moglie di Marino ci sarebbero stati invece profondi contrasti, aggravati dalla pandemia. Problemi economici e non solo. Le amiche della 50enne avrebbero parlato di pedinamenti svolti negli ultimi tempi dal marito, come lei di Sarno (Salerno), sposato nel 2016. L’insegnante è ricoverata in condizioni disperate all’ospedale San Camillo, dove è stata trasportata con un’eliambulanza del 118.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.