Cenone pericoloso: 850 chili di pesce tossico sequestrato in provincia di Napoli

Più di una tonnellata e mezza di prodotti ittici non tracciati e, pertanto, potenzialmente pericolosi alla salute umana sotto sequestro. È il bilancio della notte di controlli, iniziati verso le ore 02.30, effettuati nell’ambito dell’Operazione Nazionale `Mercato Globale`, coordinata dall’Ammiraglio Ispettore Pietro Giuseppe Vella e posti in essere dal personale della Capitaneria di Porto di Castellammare di Stabia nell`entroterra Vesuviano al fine di garantire la sicurezza alimentare dei consumatori e reprimere attività illecite legate alla vendita di prodotto ittico all’approssimarsi del cenone di fine d’anno. Trattasi di attività pianificata dalla Direzione Marittima della Campania e frutto di una strutturata attività di indagine anche nella scelta degli obiettivi da sottoporre a controllo.

Nello specifico nel Comune di Torre Annunziata è stata controllata una grande piattaforma di distribuzione con sequestro di circa 500 kg di prodotto ittico illegale, comminando 1500 euro di sanzione al titolare della stessa. Nel Comune di Ottaviano sono state controllati n. 2 (due) esercizi commerciali dove sono stati sequestrati circa 350 kg di prodotti ittici e molluschi senza tracciabilità (sanzioni per totali 3000 euro) e riscontrando anche HACCP non aggiornato (sanzioni per totali 2000 euro).

Nel comune di Boscoreale, infine, scoperto per strada un ambulante completamente abusivo che, in violazione di tutte le norme previste in materia sanitaria e autorizzativa, vendeva in condizioni di grande precarietà prodotto ittico e molluschi per strada, conservati in bacinelle sporche. Tutto il prodotto ittico è stato sequestrato, sanzionato il venditore abusivo con una sanzione di 1500 euro e inviata la prevista segnalazione al Comune.

In totale più di una tonnellata e mezzo di prodotti ittici sequestrati ed avviati alla distruzione tramite ditta autorizzata allo smaltimento. Elevate sanzioni amministrative per totali 8.000 euro.

I controlli continueranno senza sosta anche nei prossimi giorni, soprattutto alla vigilia del cenone di Capodanno, al fine di garantire la tutela dei consumatori. Grande attenzione sarà dedicata anche alla tutela ambientale attraverso il contrasto alla pesca di frodo del dattero di mare.