24 C
Napoli
mercoledì, Ottobre 5, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Camorra di Pianura, preso un altro fuggitivo dei Calone-Esposito-Marsicano


Camorra di Pianura, catturato un altro fuggitivo del clan Calone-Esposito Marsicano.  Ieri gli agenti della Squadra Mobile di Napoli hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Napoli, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di Cesare Divano nato a Napoli il 30 novembre 1990.

In quanto ritenuto gravemente indiziato dei reati di associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti e di detenzione finalizzata alla vendita di droga, aggravati dal metodo mafioso e dal fine di agevolare le attività dell’organizzazione camorristica Calone-Esposito-Marsicano in contrapposizione, nella zona di Pianura, al gruppo criminale  riconducibile ad Antonio Carillo.

L’indagato è sfuggito all’operazione condotta dalla Squadra Mobile nello scorso mese di luglio, quando vennero tratti in arresto altri soggetti, presunti appartenenti alle due consorterie criminali. Il provvedimento eseguito è una misura cautelare, disposta in sede di indagini preliminari, avverso cui sono ammessi mezzi di impugnazione, e il destinatario della stessa è persona sottoposta alle indagini e quindi presunto innocente fino a sentenza definitiva.

Fuga finita per Antonio Carillo, il ras di Pianura bloccato a Marano

Giovedì scorso gli agenti del commissariato San Paolo hanno catturato il ras Antonio Carillo a Marano. Il giovane era ricercato per un’ordinanza di custodia cautelare emessa contro il clan Carillo-Perfetto.

IL BLITZ DI LUGLIO

La risposta dello Stato a Pianura è arrivata. Imperiosa. Dopo le stese, gli agguati e il brutale omicidio di Andrea Covelli a metà luglio sono entrati in azione gli uomini della squadra mobile che hanno eseguito due distinte ordinanze di custodia cautelare emesse nei confronti di persone ritenute organiche ai due gruppi da mesi in guerra nel quartiere, i Calone-Esposito-Marsicano e i Carillo-Perfetto.

Rispondono di associazione di tipo mafioso, tentato omicidio, estorsione, detenzione e porto di armi da fuoco, associazione finalizzata al traffico ed alla distribuzione di sostanze stupefacenti, reati tutti aggravati dal metodo mafioso. Tra i primi a finire in manette figurerebbero Carlo Esposito indicato come il reggente del ‘clan della spazzatura’ (i Calone- Esposito-Marsicano), Emanuele Marsicano, Paolo Ciotola mentre nel fronte opposto figurerebbe Mattia Perfetto e Antonio Carillo.

Tra gli arrestati anche Antonio Covelli, fratello di Andrea, ucciso a Pianura. Gli indagati sono ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione di tipo mafioso, tentato omicidio, estorsione, detenzione e porto di armi da fuoco, associazione finalizzata al traffico ed alla distribuzione di sostanze stupefacenti, reati tutti aggravati dal metodo mafioso.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

Alessandro Caracciolo
Alessandro Caracciolo
Redattore del giornale online Internapoli.it. Iscritto all’albo dei giornalisti pubblicisti dal 2013.
- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Giugliano. Nodo giunta, Pirozzi diviso tra azzeramento e rimpasto: in pochi sicuri della riconferma

Più che un rimpasto potrebbe essere una vera e propria rivoluzione. A due anni esatti dall'elezione, il sindaco Nicola...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria