Un’infermiera brasiliana è stata licenziata dopo aver simulato di vaccinare contro il Covid-19 una donna di 97 anni in un centro vaccinale a Maceio’, capitale dello stato di Alagoas.
La badante ha ripreso con il telefonino la mancata vaccinazione ed ha inviato il video ai parenti dell’anziana signora, i quali si sono accorti che l’infermiera ha infilato l’ago senza iniettare il vaccino.

Il video è stato mostrato al responsabile delle vaccinazioni del comune di Maceiò, che ha licenziato in tronco l’infermiera ed ha inviato la documentazione video alla procura, che ha aperto un’inchiesta per frode.
L’anziana signora ha infine ricevuto il vaccino da un’altra infermiera ed il caso è finito sui media nazionali.

 

Covid: Ungheria approva vaccino cinese, prima in Europa

L’Ungheria ha approvato il vaccino anti Covid cinese Sinopharm: Budapest diventa così la prima capitale dell’Ue a dare il disco verde al vaccino sviluppato dall’omonima casa farmaceutica statale del Paese.
La settimana scorsa l’Ungheria era stato il primo Paese Ue ad approvare il vaccino russo Sputnik V.

Vaccini, Arcuri: “Da Moderna taglio del 20%, ci mancano almeno 300mila dosi”

Dopo Pfizer e Astrazeneca, anche Moderna annuncia un taglio nelle consegne di vaccino. “Moderna ci ha appena informato che per la settimana dell’9 febbraio delle previste 166mila dosi ne consegnerà 132mila, il 20% in meno”.

Lo ha annunciato il Commissario per l’Emergenza Domenico Arcuri. “Il nostro stupore, la nostra preoccupazione e il nostro sconforto aumentano, ormai quasi ogni giorno le previsioni subiscono una rettifica”, ha aggiunto. “Ci mancano almeno 300mila dosi di vaccino che avremmo dovuto ricevere e che non abbiamo ricevuto”, ha detto Arcuri.

“Un italiano ogni 23 si è contagiato da inizio epidemia”, per oltre 2,5 milioni di casi, ha ricordato il commissario. “Ma grazie alle misure di contenimento la curva viene tenuta entro ambiti di non esplosività”, ha aggiunto.  Tuttavia, prosegue il commissario,”è molto difficile iniziare una campagna di vaccinazione di massa, se non ci sono i vaccini”. “Il 20 gennaio abbiamo bandito la gara per i padiglioni temporanei (le Primule, ndr) per le vaccinazioni, il termine per la presentazione delle offerte è prorogato al 3 febbraio, come prorogati sono i termini per la realizzazione – ha spiegato – fino a quando potrà iniziare la campagna di massa, molto difficile se non ci sono i vaccini”

Commissione Ue ha pubblicato contratto con AstraZeneca

Lo rende noto lo stesso esecutivo Ue

La Commissione europea ha pubblicato il contratto con AstraZeneca. Lo rende noto lo stesso esecutivo Ue.

Seguici Sui Nostri Canali Social

Rimani Aggiornato Sulle Notizie Di Oggi

Pubblicità