L’Italia è la sedicesima nazione al mondo per la somministrazione di vaccini covid. Sono 32.969 le persone vaccinate contro il Covid-19 in Italia alle 13 di oggi, 1° gennaio 2021. Al momento, la Regione più virtuosa è il Friuli-Venezia Giulia che ha già somministrato il 16,3% delle dosi a disposizione, pari a 1.948 persone vaccinate. Seguono la Provincia di Bolzano (16,2%) e il Lazio (13,5%). In termini assoluti, invece, è il Lazio la Regione che ha somministrato più dosi (6.170), seguita da Piemonte, Veneto, Emilia-Romagna e Campania (2.204), come si può vedere nella tabella di seguito, tratta dalla piattaforma sviluppata dal governo e dal ministero della Salute che dà conto del progresso della campagna vaccinale in Italia.

 

Quanto al profilo delle persone che hanno già ricevuto una dose, si conferma la fascia di età tra i 50 e i 59 anni quella con più somministrazioni (9.504), seguita da 40-49 (7.595) e da 30-39 (5.776). La fase 1 della vaccinazione, che ha preso ufficialmente il via tra il 30 e il 31 dicembre a seconda delle Regioni, interessa operatori sanitari e sociosanitari (al momento sono 29.041 vaccinati), personale non sanitario (2.091) e gli ospiti delle Rsa (1.837).

Vaccinate 9,8 milioni di persone nel mondo

A livello mondiale, sono state vaccinate 9,8 milioni di persone, riferisce il sito di pubblicazioni scientifiche Our World in Data, sviluppato dall’Università di Oxford. Il Paese che ha vaccinato più persone è la Cina, 4,5 milioni al 31 dicembre. A seguire gli Stati Uniti, con quasi 2,8 milioni di persone, Regno Unito e Israele, entrambi a quota 1 milione. Israele è primo davanti al Bahrein e allo stesso Regno Unito per percentuale della popolazione vaccinata (oltre l’11%). L’Italia è 16esima per quota della popolazione vaccinata (0,5%) e decima in termini assoluti.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.