Davide trovato morto su una scogliera, l’ultimo post su Fb dedicato al mare

Davide D'Alessandro
La foto del giovane Davide D'Alessandro deceduto ad Andrano

Doveva essere una normale battuta di pesca, ma improvvisamente è scomparso. Davide D’Alessandro di Racale, un sub di 28 anni, è stato ritrovato privo di vita nella mattinata di oggi dopo una nottata di ricerche ad Andrano. L’allarme era già scattato ieri sera, quando sono scattate le operazioni per ritrovarlo. Con le prime luci dell’alba, però, agli uomini già presenti sul posto si è aggiunto anche un elicottero dei vigili del fuoco inviato da Bari. Insieme al velivolo sono giunti, sempre dal capoluogo pugliese, anche i sommozzatori. Quando il corpo di Davide è stato ritrovato su una scogliera a 20 metri di profondità, i soccorsi non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso.

Davide D’Alessandro, il sub era uscito per una battuta di pesca in solitaria

Il 28enne di Racale era uscito da solo per una battuta di pesca. Quando i genitori non l’hanno visto rincasare, preoccupati, hanno lanciato l’allarme. Davide si era spostato con la sua autovettura, una Fiat Punto, per raggiungere la costa opposta, quella di Tricase Porto sulla litoranea per la marina di Andrano. Si è calato in mare vicino alla località conosciuta come “l’Isola”.

La segnalazione della scomparsa del giovane è stata presentata ai carabinieri di Racale. Da lì, infatti, si sono mosse le prime ricerche che hanno coinvolto dal primo momento la capitaneria di porto. Sul posto, quando sono arrivati anche i carabinieri della compagnia di Tricase, hanno subito notato la Punto di Davide chiusa regolarmente a chiave. Nel luogo della tragedia sono poi arrivati mezzi ed uomini dei vigili del fuoco, le motovedette della guardia costiera e gli operatori del 118.

Gli ultimi post

In uno degli ultimi su Facebook, Davide D’Alessandro aveva anche scritto «Ma quanto immenso è il mare quanto ci si sente liberi a stare in acqua? Vallo a spiegare a chi non lo vive tutto l’anno. Viva la libertà». Parole che, proprio oggi, feriscono amici e parenti già distrutti per la morte del 28enne.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO SULL’EMERGENZA CORONAVIRUS, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.