Droga in casa, arrestati due napoletani ‘in trasferta’

Sono stati individuati e bloccati due fratelli campani stabilmente dimoranti in Forlì dediti al commercio e traffico illegale di droga, specificatamente cocaina e hashish. Tutto si è svolto nella serata di lunedì 2 dicembre, quando i militari del NOR della Compagnia di Forlì, nel corso di un mirato servizio di prevenzione e repressione dei reati in materia di sostanze stupefacenti, con la collaborazione del Nucleo Cinofili Carabinieri di Pesaro d unitamente alle Stazioni forlivesi, hanno scoperto e represso l’ennesima attività di spaccio cittadino. I servizi preventivi consistiti in una serie di posti di blocco nella città mercuriale, hanno permesso di concentrare l’attenzione su due fratelli napoletani con precedenti specifici, presso le cui abitazioni avveniva un via vai di persone lasciando chiaramente intuire una illecita attività di spaccio.

L’intervento avvenuto a cavallo della tarda serata e successiva nottata, è sfociata in un arresto per il reato di “Detenzione illegale ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti”, di un 36enne napoletano, che fermato e sottoposto a controllo identificativo in Viale dell’Appennino, si è mostrato con atteggiamento particolarmente agitato, insospettendo i militari che hanno deciso di sottoporlo dapprima a perquisizione personale, e successivamente a perquisizione domiciliare con esito positivo, poichè sono stai rinvenuti, grazie all’ausilio dei due cani antidroga, occultati all’interno di un armadio gr. 30 circa di sostanza stupefacente tipo cocaina suddivisa in 3 involucri, un bilancino di precisione nonché la cospicua somma in contante di euro 1.700 circa risultato provento dello spaccio.

Nell’ambito del medesimo servizio, veniva deferito in stato di libertà per l’analogo reato  di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti anche il fratello dell’arrestato, un 40enne anch’egli con precedenti specifici, poichè sottoposto a perquisizione domiciliare, veniva trovato in possesso di gr. 50 circa di sostanza stupefacente tipo hashish, nonché 150 euro in denaro contante provento dell’illecita attività di spaccio. Lo stupefacente e il denaro sono stati sottoposti a sequestro, evidenziando l’attività fiorente dei due soggetti, con la conseguente ricostruzione della rete di spaccio.

L’arrestato al termine delle formalità di rito, su disposizione del PM di turno Dott. Filippo Santangelo della Procura di Forlì, è stato tradotto e recluso presso la locale casa circondariale a disposizione dell’A.G. in attesa dell’udienza di convalida.

Nella mattinata odierna, presso il predetto carcere, è stato convalidato l’arresto, disponendo contestualmente l’obbligo di firma.