Colpo allo spaccio di droga nel Napoletano, scoperta la parola 'segreta' dei pusher
Colpo allo spaccio di droga nel Napoletano, scoperta la parola 'segreta' dei pusher

Colpo allo spaccio di droga nel Napoletano, scoperta la parola ‘segreta’ dei pusher. I Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli davano esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari di Torre Annunziata, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di 7 indagati, ritenuti responsabili di detenzione e spaccio di cocaina, crack e marijuana.

Le indagini svolte da parte dei Carabinieri della Compagnia di Torre Annunziata e coordinate dalla Procura di Torre Annunziata permettevano di monitorare circa 500 episodi avvenuti in meno di due mesi nella città di Torre Annunziata e in altri comuni dell’area vesuviana.

IL SEGNALE UTILIZZATO PER LO SPACCIO

Del tutto particolare il gergo usato dagli indagati per contrastare le attenzioni investigative, essendosi accertato che i predetti utilizzavano la parola Pagnalé. La parole è derivazione idiomatica rom ed segnalava la sospetta presenza dei carabinieri nell’area dedicata allo spaccio di droga. Facevano spesso riferimento alle distanze chilometriche o ai “minuti” necessari per raggiungere un determinato luogo, per indicare il quantitativo dello stupefacente oggetto delle contrattazioni illecite.

IL VIDEO

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.