Estorsione per conto del clan dei casalesi, arrivano le condanne: sconto di pena per il pentito

Vanno dai 6 mesi ai 10 anni le sei condanne per estorsioni con l’aggravante camorristica comminate, oggi, dal gup del tribunale di Napoli nei confronti di altrettanti esponenti del clan dei Casalesi. Tra questi, anche il pentito Attilio Pellegrino condannato a  6 mesi in quanto beneficiario della legge sui collaboratori di giustizia e perché si trattava di un reato commesso in continuazione con un altro procedimento per camorra già sentenziato in precedenza.

La pena più alta è stata irrogata a Paolo Bianco. Il verdetto con il rito abbreviato emesso oggi al termine dell’udienza davanti al gup, riguardava una serie di estorsioni commesse alcuni anni fa in provincia di Caserta e nell’agro aversano, poi scoperte dalla Procura antimafia, ai danni di attività commerciali. Il pubblico ministero aveva chiesto per gli imputati pene leggermente più alte.