Film Fortuna Loffredo
Fortuna Loffredo

Dal 27 maggio 2021 uscirà nelle sale italiane il film sull’omicidio della piccola Fortuna Loffredo, la bimba di Caivano scaraventata giù dall’ottavo piano del palazzone popolare del Parco Verde. Il regista sarà l’esordiente Nicolangelo Gelormini. Nel cast anche Pina Turco, Libero De Rienzo e la giovanissima Cristina Magnotti (sarà la piccola Fortuna), apparsa ne L’amica geniale.

La pellicola si chiamerà Fortuna, proprio come la piccola di Caivano. Il cast comprende anche Giovanni Ludeno, Marcello Romolo, Libero De Rienzo, Anna Patierno, Luciano Saltarelli, Denise Aisler, Leonardo Russo. Il film è prodotto da Dazzle Communication con Indigo Film e Rai Cinema, con il sostegno di Banco Bpm e il patrocinio ufficiale di Save The Children, e distribuito da I Wonder Pictures.

La tra del film sulla piccola Fortuna Loffredo

Fortuna viene definita come “una storia liberamente ispirata a fatti realmente accaduti”. Torna sui fatti del 2014 attraverso Nancy, una bimba timida che vive con i genitori in periferia. Quando la piccola sembra palesare un improvviso silenzio, la mamma la porta dalla psicologa Gina che, però, risulta distratta e scostante. Così Nancy finisce per non rivedersi più nel nome con cui la chiamano gli adulti, ma immagina di essere una principessa in attesa di tornare sul suo pianeta e gli amici Anna e Nicola decidono di chiamarla Fortuna. Loro due sono gli unici a cui la ragazzina ha il coraggio di raccontare anche il più terribile dei segreti.

Film su Fortuna Loffredo, la famiglia: «Va ritirato»

Ma la famiglia di Fortuna Loffredo, attraverso i legali, chiede il ritiro dalle sale cinematografiche del film «Fortuna» con Valeria Golino e Pina Turco in doppi ruoli incrociati di madre e psicologa e con Cristina Magnotti nel ruolo della bimba. Prodotto da Dazzle Communication con Indigo Film e con Rai Cinema, ha il patrocinio di Save the Children. “L’idea di partenza è stata proprio il non raccontare. L’urgenza di affrontare questa storia come una vicenda talmente atroce da essere irrappresentabile mi ha guidato. Il cuore del film, che è poi l’emozione e il dolore provato per questa vicenda, è il tradimento. Quella di Fortuna è infatti la storia di un tradimento del desiderio dei bambini di essere amati e accolti. E’ il tradimento degli adulti a portare Fortuna nell’inferno”.

A chiedere di bloccare la distribuzione del film, come riportato dal sito de Il Mattino, è l’avvocato Angelo Pisani, legale di Pietro Loffredo, il padre della piccola. «Apprendiamo solo dai giornali – dice Pisani – di un film sulla tragedia della piccola Fortuna Loffredo. Ovviamente i genitori Mimma Guardato e Pietro Loffredo sono sconvolti, delusi e adirati da quella che ritengono un’ulteriore speculazione sulla tragedia. È per loro l’ennesima ferita, una pugnalata al cuore. E sono anche molto preoccupati per i fratellini di Fortuna che rivivranno un dolore mai sottaciuto, vedendo sullo schermo questa tragedia. Peraltro raccontata in maniera neanche realistica e senza alcun consenso nè autorizzazioni da parte di chi si è visto portare via per sempre una figlia di appena sei anni».

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.