Funerali Andrea Rinaldi, maglie da calcio sulla bara e fiori per l’ultimo addio al calciatore

Nella foto i funerali di Andrea Rinaldi
Nella foto i funerali di Andrea Rinaldi

Ieri è stato il giorno dei funerali di Andrea Rinaldi, che equivale a dire ‘il giorno del dolore’. Per dire addio al 19enne, giocatore di Atalanta e Legnano morto per un aneurisma cerebrale, una bara bianca è stata posizionata sull’erba del campo sportivo di Cermentate. Ed è stata ricoperta da fiori e maglie da calcio. Per ricordarlo si sono presenta attorno a lui, in quel campo dove è cresciuto, 400 persone: il limite massimo consentito dalle norme anti covid ai funerali. Tra queste persone c’era anche il sindaco, che ha proclamato il lutto cittadino e fatto il massimo per organizzare l’ultimo saluto al giovane calciatore, proprio come volevano i genitori e la sorella.

Funerali Andrea Rinaldi, il legnano ritira la maglia numero 8 di Andrea Rinaldi

Andrea Rinaldi è cresciuto come ‘pulcino’ nel Monza, poi è cresciuto nelle giovanili dell’Atalanta per passare al Legnano proprio in questa stagione. Proprio quest’ultimo club ha ritirato la maglia numero 8, quella di Andrea, per consegnarla ai genitori del calciatore. Quella maglia che la madre ha voluto che il figlio indossasse per il suo ultimo viaggio. «La bontà era una delle tue qualità migliori, insieme alla tua risata contagiosa – sono le parole della sorella di Andrea Rinaldi riportate dal Corriere – Ed è così che voglio ricordarti, perché tu sei questo, colui che non si è mai arreso nonostante le salite faticose e con determinazione hai sempre raggiunto la vetta. Hai sempre aiutato chi amavi nei momenti bui con le parole giuste. Sei stato un dono per tutti». Questa una parte del discorso che ha commosso le 400 persone presenti sul campo di calcio.

Era un gioiello del settore giovanile nerazzurro

Andrea si è distinto per le sue qualità nella primavera atalantina, motivo per cui era andato in prestito per ‘farsi le ossa’. Tutto l’ambiente del vivaio bergamasco ha seguito con apprensione la vicenda, nella speranza di ricevere notizie positive che purtroppo non sono arrivate.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK