Napoli. Galleria Umberto trasformata in campo di calcio: marmi danneggiati e residenti esasperati

Quando i negozi chiudono le porte e napoletani e turisti lasciano le strade della città, la Galleria Umberto si trasforma in un campo di calcio dove gli “scugnizzi” dei quartieri del centro si sfidano in match all’ultimo gol. Una fastidiosa abitudine che si ripete da mesi disturbando la quiete pubblica e danneggiando la preziosa galleria al centro di Napoli. 


“Da mesi continuiamo a ricevere decine di segnalazioni di cittadini esasperati dal degrado della Galleria Umberto durante le ore notturne. L’ultimo video che ci è stato inviato mostra una scena che oramai ha assunto contorni abituali: un gruppo di ragazzini che gioca a calcio nel bel mezzo della galleria. Il tutto avviene senza alcun tipo di controllo. Danneggiamenti, roghi e marmi rotti non hanno cambiato nulla. Lo spazio è ancora ostaggio di teppisti e baby gang che continuano a farla da padroni. Ragazzini lasciati allo sbaraglio dalle famiglie, liberi di provocare danni. Quando non si gioca a calcio la galleria si trasforma in una pista per gli scooter. Il degrado strutturale è sotto gli occhi di tutti. La Galleria Umberto, in quanto a decoro, è lontana anni luce dagli spazi simili delle altre città italiane”. Lo affermano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e il consigliere del Sole che Ride alla I Municipalità Benedetta Sciannimanica.

“Da tempo – proseguono Borrelli e Sciannimanica – chiediamo di adottare soluzioni che permettano di preservare la Galleria da un processo di decadimento che sembra oramai irreversibile. L’unica soluzione percorribile, a nostro avviso, è l’installazione di cancelli che permettano di chiudere la galleria durante le ore notturne, così da metterla in salvo dalle orde di incivili che la frequentano da una certa ora in poi”.