Agguato a Secondigliano, Gennaro ‘o tramont grave in ospedale

gennaro o tramont

Ha tanti, forse troppi interrogativi da chiarire il ferimento della scorsa notte a Secondigliano di Gennaro Casaburi (leggi qui l’articolo della notizia riportata da Internapoli). Il 43enne (con precedenti per furto e rapina) ha raccontato agli uomini della polizia di Stato (indagini del commissariato di Secondigliano) di essere stato avvicinato da due persone. Questi, in sella ad uno scooter, hanno iniziato ad esplodere colpi contro di lui. Casaburi vanta una parentela ‘eccellente’: è infatti il cognato di uno dei due fratelli di Tina Rispoli (totalmente estranea a tale vicenda).

Il racconto di Casaburi, conosciuto nel quartiere con il soprannome di ‘o tramont, però non convince gli inquirenti: colpito alle gambe e ad un gluteo e trasportato all’ospedale Cardarelli ha raccontato di non conoscere i suoi assalitori.

Inoltre non avrebbe saputo spiegare la sua presenza in strada (l’agguato si è consumato al rione Berlingieri in via Monte Faito) visto che si era ben oltre l’orario consentito dalle normative anti-Covid (il coprifuoco inizia alle 22 e gli spari sono avvenuti poco dopo la mezzanotte). Secondo le prime notizie trapelate esplosi sette colpi.

AGGIORNAMENTO DALL’OSPEDALE DELLE ORE 17

Dall’ospedale fanno sapere che le sue condizioni sono gravi, Ha perso molto sangue e le prossime ore saranno decisive per il suo quadro clinico.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK