30.2 C
Napoli
giovedì, Luglio 7, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Il medico di Pagani Gerardo Torre finisce ‘sotto accusa’, ha curato oltre 3mila pazienti di Covid a casa


La senatrice Luisa Angrisani presenta un’interrogazione al Senato sul caso del medico Torre: ora rischia la sospensione dall’Ordine dei Medici.

Il medico di Pagani, in provincia di Salerno, Gerardo Torre rischia la sospensione dall’Ordine dei Medici per aver curato i pazienti Covid a casa. Il medico è atteso dalla commissione disciplinare dell’ordine dei Medici di Salerno il 28 gennaio, per rispondere delle accuse a lui fatte, e per scoprire l’esito della sua carriera.

Le idee del medico Torre

Da sempre il medico Torre mostra una posizione particolare riguardo i vaccini e in generale la gestione del “caso Covid”. Infatti si schiera contrario alla somministrazione del vaccino ad alcune fasce di popolazione precise. Il medico Torre, come emerge da alcuni video social, sembrerebbe contrario alla vaccinazione per le donne incinte, i bambini dai 0 a i 12 anni o chi ha già avuto il Covid. Inoltre da sempre chiede, con grande fervore, ai suoi colleghi medici di assistere i pazienti covid anche durante le degenze a casa. Le sue posizioni non possono essere definite conformi alle regole anti-covid. Si è posto scettico da subito anche sulla “vigile attesa”, che il Tar ha bocciato, ma al contrario è sempre stato sostenitore delle terapie domiciliari precoci.

Il post della senatrice Angrisani

La senatrice Angrisani ha annunciato l’interrogazione in Parlamento sul caso Torre. Angrisani sostiene a pieno il medico Torre, come spiega nel post da lei pubblicato ieri. Sulla sua pagina ufficiale Facebook Luisa Angrisani scrive: “Al dottor Gerardo Torre, medico della città di Pagani, Salerno, va la mia piena solidarietà“, esponendo da subito la sua posizione sul caso. Spiega poi, continuando, che il Tar del Lazio in una recente sentenza “ha annullato la circolare del Ministero della Salute del 26/4/2020 che su indicazione dell’Aifa prevedeva solo la “vigile attesa” e la somministrazione di paracetamolo ed antinfiammatori nella cura dei pazienti affetti da Sars-cov-22“. Continua poi: “Il Tar ha anche riconosciuto che “è onere imprescindibile di ogni sanitario di agire in scienza e coscienza” ” così cita. Conclude poi dicendo dicendo: “Quello che ha fatto il dottor Gerardo Torre“.

http://

Nel post inoltre la senatrice continua: “Pertanto quali sarebbero le sue responsabilità? Non aver seguito il protocollo sulla “tachipirina e vigile attesa”?“. Specifica quindi: “L’annullamento della circolare del Ministero della Salute è la riprova che eventuali altre terapie, come quelle utilizzate da alcuni gruppi di medici sono state riconosciute efficaci“. Conclude il post poi precisando che:”Sono centinaia le testimonianze di pazienti curati e guariti dal dottor Torre, ciò dimostra che ha agito solo ed esclusivamente nell’interesse dei pazienti“.

La solidarietà della città di Pagani

Al sostegno del Medico Torre arrivano anche tantissime testimonianze degli abitanti di Pagani. La città si è infatti riempita di manifesti di solidarietà al medico e lo stesso sindaco si è schierato a suo favore.

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Adl vuole evitare un Higuain-bis, super offerta a Koulibaly per rinnovare col Napoli

Nelle ultime ore si susseguono le voci di un interessamento della Juventus per Kalidou Koulibaly. Secondo quanto si legge...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria