Da Totti a Marchisio, il mondo del calcio prega per Giuseppe Rizza: l’ex Juve è grave in ospedale

Giuseppe Rizza Juventus
A sinistra Giuseppe Rizza e Sebastian Giovinco ai tempi della Juventus, a destra Francesco Totti e Claudio Marchisio

Paura per il calciatore Giuseppe Rizza, 33 anni, ex Juventus. Il giovane, un passato nelle giovanili bianconere e all’epoca compagno di Claudio Marchisio e Sebastian Giovinco, è ricoverato in gravi condizioni all’ospedale Cannizzaro di Catania, dopo essere stato colto all’improvviso da un’emorragia cerebrale.

Malore per Giuseppe Rizza, il mondo del calcio si stringe intorno a lui

Rizza ha avuto un malore improvviso ed è ora ricoverato nel reparto di rianimazione. L’ex compagno Marchisio, con un video sul suo profilo Instagram, ha mostrato la sua vicinanza: e non è stato l’unico, tra ex compagni e amici. “Ciao Peppe, spero che questo messaggio possa darti la forza di tornare tra noi, come quando in campo non mollavi mai, correvi tantissimo e davi tutto per la tua squadra. Non mollare perché devo venirti a trovare, ok? Un abbraccione”.

“Ciao Peppe, sono Seba. Ma che fai? Dai, sveglia, che appena riusciamo ci vediamo. Ti mando un forte abbraccio”, le parole di Sebastian Giovinco. “In campo aveva tanta grinta, sono sicuro che lotterà per ritornare con noi. Incrociamo le dita e aspettiamo Pepp”, dice invece Mimmo Criscito. Anche Francesco Totti ha detto la sua: “Tieni duro e non mollare, daje Giuseppino”.

Solo un mese fa il calcio italiano sotto choc per la scomparsa di Andrea Rinaldi (ARTICOLO 11/05/2020)

Mondo del calcio sotto choc per la prematura scomparsa di Andrea Rinaldi, centrocampista 19enne dell’Atalanta in prestito al Legnano. L’aneurisma ha colpito il giovane venerdì sera mentre si allenava individualmente nella propria abitazione a Cermenate.

Ricoverato in rianimazione presso l’ospedale di Varese, le sue condizioni erano apparse subito critiche. Poco fa, poi, la drammatica notizia.

Andrea si era distinto per le sue qualità nella primavera atalantina, motivo per cui era andato in prestito per ‘farsi le ossa’. Tutto l’ambiente del vivaio bergamasco ha seguito con apprensione la vicenda, nella speranza di ricevere notizie positive nelle prossime ore, che purtroppo non sono arrivate.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO  VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK