20.3 C
Napoli
martedì, Maggio 24, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

I ‘Barbudos’ chiesero aiuto a Staterini per nascondere Cepparulo:«Risolvimi stu problem»


La vicinanza di Antonio Genidoni, boss dei Barbudos, con Emanuele Staterini detto ‘o piccoletto, genero di Patrizio Vastarella e ucciso insieme al figlio in un agguato di camorra a Giugliano, emerge anche nelle pagine dell’ultima ordinanza che ha inchiodato mandanti ed esecutori del duplice omicidio di Raffaele Cepparulo e dell’innocente Ciro Colonna. Una vicinanza guià ribadita dalla Dia nella sua relazione semestrale e in alcune intercettazioni captate dalle forze dell’ordine. In una di quest’ultime emerge la volontà di Ultimo di nascondersi e quella di Genidoni di garantire sicurezza al suo ras:«Facimm pur chell ca s adda fa …».

La cosa trovava d’accordo Genidoni che però, si raccomandava con
Cepparulo, di non uscire da casa per nessun motivo al mondo. «Tu risolv questo dei sold pero mandatelo a chiamare sopra non muoverti per nesun motivo al mondo». Cepparulo suggeriva anche un possibile target da eliminare e nella fattispecie Girol, ossia Girolamo Esposito, tant’è che affermava che sarebbe potuto andare a Ponticelli per informarsi sullo stesso:«Poss and a Ponticelli a domand di girol ca i o vogl piglia … ». In un passaggio Genidoni parlava proprio con Emanuele Staterini circa l’alloggio da cercare:«Amo devi sistemarmi Raf qualche giorno poi apena prendi casa mia li metto appogiati li finche non scendo io» con Staterini che avrebbe risposto:«Me la vedo io»

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Alta tensione tra Usa e Cina. Biden: “Pronti ad intervenire se Pechino invade Taiwan”

La politica statunitense di ambiguità strategica verso Taiwan non è cambiata. Lo ha chiarito il presidente americano Joe Biden,...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria