30.2 C
Napoli
giovedì, Luglio 7, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

“I Polverino in fase di riassetto, agli Orlando solo la droga”, come cambia la camorra di Marano secondo la Dia


L’ultima relazione della Dia ha ricostruito lo scenario criminale anche e Marano.

Sempre in tema di provvedimenti amministrativi il 17 giugno 2021 è stato deliberato dal Consiglio dei Ministri lo scioglimento del Comune di Marano di Napoli86 per infiltrazioni della criminalità organizzata, storicamente rappresentata nel territorio di Marano dai clan POLVERINO, NUVOLETTA e ORLANDO. Essi negli anni hanno condiviso la gestione delle attività illecite manifestando un prioritario interesse per il settore degli appalti pubblici, delle costruzioni e del riciclaggio del danaro oltre che per il traffico di stupefacenti. Le predette consorterie disporrebbero di una struttura tale da controllare la gestione delle attività illecite ed il riciclaggio dei conseguenti proventi anche fuori regione attraverso una ramificata attività imprenditoriale riconducibile all’organizzazione criminale. Ulteriore conferma della tendenza al reinvestimento dei capitali illeciti in imprese apparentemente legali potrebbe provenire dai numerosi provvedimenti interdittivi antimafia emessi dalla Prefettura di Napoli nei confronti di società operanti sul territorio di Marano di Napoli riferibili ai clan POLVERINO e ORLANDO. Sul versante del reimpiego di capitali illeciti per conto del clan POLVERINO il 14 aprile 2021 è stata eseguita dai carabinieri una ordinanza di custodia cautelare con contestuale sequestro a carico di 2 esponenti di spicco dell’ala imprenditoriale del clan con specializzazione nel settore dell’edilizia. Le indagini hanno portato al sequestro preventivo di un cantiere edile relativo a un esteso complesso immobiliare privo di autorizzazione sismica e difforme al progetto presentato, del valore di circa 3 milioni di euro.

Il clan POLVERINO dopo l’arresto di un elemento apicale avvenuto nel corso del 2020 sarebbe in fase di riassetto in quanto disporrebbe di una consistenza economica tale da consentirgli di riorganizzare la propria holding finanziario-criminale. Per quanto attiene al clan ORLANDO (soprannominato dei Carrisi) esso sarebbe per lo più dedito al traffico di sostanze stupefacenti ed al reimpiego dei capitali illecitamente accumulati. Il 13 maggio 2021 i Carabinieri nell’ambito di un’indagine coordinata dalla DDA di Napoli hanno arrestato 5 persone88 che controllavano lo spaccio di sostanze stupefacenti a Marano e Calvizzano. Sul fronte del riciclaggio di segnala che il 22 giugno 2021 nell’ambito dell’operazione “Olympia” la Guardia di finanza ha eseguito una misura cautelare nei confronti di altri 7 soggetti intranei alla consorteria e deputati alle attività di riciclaggio, reimpiego e trasferimento fraudolento di beni e valori per suo conto89. L’esame della documentazione acquisita nel quadro delle indagini unita ad accertamenti bancari e patrimoniali ha consentito di ricostruire molteplici e sistematiche operazioni di acquisto di beni mobili e immobili anche mediante la turbata libertà degli incanti, nonché di attività commerciali attraverso il riciclaggio e reimpiego dei proventi dei reati commessi e mediante intestazione a compiacenti prestanome

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Adl vuole evitare un Higuain-bis, super offerta a Koulibaly per rinnovare col Napoli

Nelle ultime ore si susseguono le voci di un interessamento della Juventus per Kalidou Koulibaly. Secondo quanto si legge...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria