Il boss di camorra parlava al cellulare dal 41 bis, scoperti 3 telefoni nella cella

Giuseppe Gallo è attualmente detenuto al 41 bis nel carcere di Parma. Come riporta il sito L’Espresso nella cella del boss del clan Gallo sono stati trovati 3 telefoni, un Iphone e 2 dispositivi Android. I telefonini erano funzionanti e dotati di scheda sim.

 

La scoperta è stata effettuata dagli agenti del Gruppo operativo mobile della Polizia penitenziaria e dal Nucleo investigativo centrale, immediatamente è stata informata la Procura Nazionale Antimafia. Gallo utilizzava quasi quotidianamente il cellulare, perciò gli inquirenti dovranno scoprire i suoi interlocutori: la comunicazione dal 41 bis all’esterno è uno dei primi casi in Italia.

L’ARRESTO

Nel marzo del 2009 Gallo fu stato arrestato a Napoli, è considerato elemento di spicco dell’omonimo clan camorristico operante nei comuni di Boscotrecase e Trecase. L´uomo è stato catturato dai carabinieri del gruppo di Torre Annunziata.

 

Gallo è stato bloccato dai militari nel quartiere di Secondigliano mentre si stava recando nella struttura della locale Asl per sottoporsi a una visita medica. Gallo era irreperibile dal febbraio 2007, quando nei suoi confronti il tribunale di Torre Annunziata ha emesso una ordinanza per l´applicazione della misura di sicurezza provvisoria del ricovero in ospedale psichiatrico giudiziario per concorso in detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, detenzione e porto di armi, ed altro.