Raffaele Cutolo è morto all’età di 79 anni. Il boss camorra, fondatore della Nuova camorra organizzata, era ricoverato nel reparto sanitario detentivo del carcere di Parma. La vita de ‘o Professore si è divisa tra la latitanza e gli anni di carcere. Sin dall’inizio della sua carriera criminale ha avuto al fianco la sorella Rosetta. Lei teneva la contabilità delle estorsioni realizzate dai capozona e provvedeva ad assistere, legalmente ed economicamente, le famiglie dei carcerati.

LA SORELLA ROSETTA 

Una vera e propria mente pensante del clan che teneva un minuzioso elenco degli affiliati conservato in una nicchia scavata in una parete del castello e coperta da un quadro. Secondo il piano di Raffaele Cutolo, una volta liberi, gli affiliati inviavano a Rosetta un fiore, ossia un’offerta in denaro. La donna provvedeva a riutilizzare tali risorse per creare un vincolo di fedeltà tra gli affiliati. Il 15 maggio 1979, Cutolo viene catturato in un casolare ad Albanella nel salernitano.

IMMACOLATA, LA MOGLIE DI CUTOLO

Una figura sentimentalmente importante per Cutolo è stata Immacolata Iacone. Prima fidanzata e poi moglie del camorrista vesuviano. Nel maggio del 1983 nel carcere dell’Asinara, nella chiesetta della Madonna Immacolata di Cala d’Oliva, i due convolarono a nozze. Negli ultimi anni Immacolata ha denunciato pubblicamente le malattia del boss detenuto al 41 bis.

CUTOLO DA 25 ANNI AL CARCERE DURO

Nel febbraio 2020 Raffaele Cutolo fu trasferito d’urgenza dal carcere all’ospedale del capoluogo emiliano a causa di problemi di salute. Lo riferì, interpellato dall’ANSA, il legale Gaetano Aufiero. Allora il capo della Nco – da circa 25 anni in regime di carcere duro – avrebbe accusato, già, problemi respiratori per la cui soluzione.  Si rese necessario il suo trasferimento in ospedale per garantire le migliori terapia. Il boss della Nco era da anni afflitto da diverse patologie come diabete, prostatite, artrite che gli avrebbe quasi reso impossibile.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

Pubblicità