Lacrime di gioia a Napoli per Ginevra, il papà: «Ha aperto gli occhi e ha chiamato la mamma»

La bella notizia è giunta alla fine della messa e all’inizio della fiaccolata che era in corso in questi minuti a Melito: l’operazione per la piccola Ginevra è andata bene. La bimba è rimasta per oltre 7 ore sotto i ferri e da pochi minuti è uscita dalla sala operatoria sana e salva. La folla ha reagito con uno spontaneo e liberatorio applauso alla bellissima notizia giunta direttamente dall’ospedale di Hannover in Germania.

LE PAROLE DEL PAPA’

Amici, compagni, tutti. Con immenso piacere vi comunico che grazie alla sovrumana bravura, professionalità e umanità, ma voglio rimarcare la parola bravura che va oltre i limiti dell’umano e competenza dell’equipe che ha operato mia figlia Ginevra per oltre 11 ore presso la Ini di Hannover, struttura di prim’ordine mondiale in Germania. Il mostro di Ginevra è stato estirpato dal suo cervello!!!! Questa vittoria la aspettavamo da ben 5 anni, un percorso tortuoso, aberrante, a volte quasi impraticabile. Ma mai solo un momento ci siamo dati per sconfitti. Mai per un momento abbiamo pensato che la missione che mi ero prefissato, quella di far salvare mia figlia, era solo un pensiero di conforto psicologico per noi. Ci abbiamo sempre creduto!!!! I professionisti che operano in questa struttura sono veri strumenti di Dio!!! – ha scritto papà Fabio – Questa vittoria è nostra, è vostra, è della vita perché vivere la vita specie per una bambina. E’ una condizione che spetta di diritto. Voi, parte attiva, se non principale di questa battaglia vinta. Avete tutta la mia gratitudine, la mia stima, la mia riconoscenza, e Ginevra pur essendo ancora in rianimazione come da routine….ringrazia tutti voi!!!“.

Ginevra, il papà: “Tolti i drenaggi dalla testa, medico è in contatto con i rianimatori”

HA APERTO GLI OCCHI, HA CHIAMATO STEFANIA…..E NOI ABBIAMO VISTO L’ONNIPOTENZA DI DIO….CHE SI È SERVITO DEI SUOI STRUMENTI PIÙ PREZIOSI…..I MEDICI CHE HANNO OPERATO GINEVRA ( STRAORDINARIAMENTE IL TOP DELLA NEUROCHIRURGIA MONDIALE )!!!!!!
NON SAPREI COSA DIRVI, COME SDEBITARMI CON TUTTI VOI…CHE AVETE PERMESSO A GINEVRA DI ARRIVARE AD HANNOVER….!!!!
LEI APPENA SI RIPRENDERÀ…… SICURAMENTE RINGRAZIERÀ TUTTI VOI…… PERCHÉ SA’ CHE VOI CI AVETE SOSTENUTO IN TUTTO E PER TUTTO……E DI CONSEGUENZA ASPETTATEVI CHE VI CHIAMERA’ ZIO E ZIA PER TUTTA LA VITA!!!!
DIO È ONNIPOTENTE, DIO È UNICO E SOLO RE DEI RE…..DIO HA GUIDATO PER 11 ORE LE MANI DEI LUMINARI CHE SALVANO VITE TUTTI I GIORNI, COMPRESA QUELLA DI GINNY!!!
CHAPEAU DOCTOR XXXXXXXX, DOCTOR XXXXXXXX, E TUTTA L’EQUIPE, CHE HA RESO REALTÀ UNA COSA CHE A NOI CI È SEMPRE SEMBRATO UN SOGNO!!!!!!!
CHAPEAU A VOI AMICI, CONOSCENTI, E NON, TUTTI VOI….UNICI, STRAORDINARII, MERAVIGLIOSI!!!!!
CON IMMENSA GIOIA ED AFFETTO….

L’INTERVENTO

Un delicatissimo intervento per la piccola di Melito per asportare il tumore al cervello diagnosticatole nel 2015: dopo un anno e mezzo di cure con due cicli di chemio – prima al Pausillipon di Napoli, poi al Bambino Gesù e al Gemelli di Roma – il peggioramento delle sue condizioni ha portato la famiglia all’unica soluzione possibile, l’intervento in Germania per avere una speranza.

Stasera è stata celebrata una messa di preghiera nella chiesa Madonna delle Grazie di Melito, dopodichè è partita anche una fiaccolata. Il papà ha aggiornato mano mano la famiglia e la comunità melitese sulle fasi dell’operazione direttamente sui social.