michele guadagno antonio amore arrestato
Michele Guadagno

Oggi pomeriggio Michele Guadagno è stato arrestato dalla Guardia Civil come riportato dal sito Periodico di Ibiza. Il 28enne si è presentato alle autorità spagnole: dovrà rispondere di tentato omicidio.  E’ la gelosia il movente scatenante della sparatoria avvenuta la scorsa notte in una villa di Ibiza. Sparatoria costata il ferimento dello chef Antonio Amore. Tutto sarebbe avvenuto nella villa affittata da quest’ultimo alle Baleari. Una sua amica, durante il party, avrebbe ricevuto avances poco gradite da un 33enne di Soccavo, Michele Guadagno, innescando la reazione di Arena. Ne è nata una lite con il 33enne che sarebbe stato così allontanato dalla villa. Avrebbe fatto ritorno dopo qualche ora, armato, esplodendo tre colpi contro il padrone di casa.

LE CONDIZIONI DI ANTONIO AMORE

I medici hanno sottoposto Antonio Amore a un delicato intervento chirurgico alla testa e ora il 28enne è ricoverato in terapia intensiva, in gravi condizioni ma non in pericolo di vita. Ferito anche un suo amico, si tratta di un giovane di Caserta, che aveva cercato di far ragionare il 33enne. La prima è per il momento unica pista battuta dagli investigatori per quanto riguarda il movente è quella di una lite scatenatasi per motivi di carattere privato, in particolare per gelosia anche in base alle prime testimonianze raccolte dalle forze dell’ordine.

Il profilo di Michele Guadagno: è vicino ai Vigilia di Soccavo

La Guardia civil identificava l’aggressore ed ha stabilito che è stata usata una sola arma durante la sparatoria. Michele Guadagno è un volto conosciuto alla giustizia italiana: è l’ex autista del boss di Soccavo Pasquale Vigilia figlio di Alfredo Vigilia ‘o nir.

In occasione dell’omicidio dello stesso Vigilia Guadagno in quell’occasione lo accompagnava in auto. Già da giovane ha avuto a che fare con la giustizia per una lite tra minori su via Epomeo e per gli scontri allo stadio durante la partita Napoli-Foggia di qualche anno fa. Secondo le informative di polizia il giovane sarebbe poi confluito nel tempo nel clan Vigilia. Il padre di Guadagno è un ex membro del clan Grimaldi, vecchio sodalizio attivo nell’area flegrea. Dopo l’omicidio Vigilia Guadagno si sarebbe trasferito in Spagna.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.