Montagna di Sarno in fiamme, il video dell’uomo che appicca l’incendio e scappa

Salerno, pubblicato il video dell'incendio sulla montagna di Sarno
Salerno, pubblicato il video dell'incendio sulla montagna di Sarno

I militari del gruppo carabinieri forestale di Salerno hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di misura cautelare, su ordine del Gip di Nocera, per un incendio boschivo aggravato. L’autore del reato è un uomo residente a Siano. Secondo Il Fatto Vesuviano, questo sarebbe arrivato in una zona nei pressi della montagna di Sarno ed ha dato fuoco alla vegetazione per poi scappare. Le fiamme sono divampate nel giro di pochi secondi. L’uomo è stato tradito proprio dalla telecamere posizionate nella zona, le quali hanno permesso di rintracciarlo e farlo arrestare.

Le indagini: non solo gli incendi a Salerno

Negli ultimi tempi si erano registrati diversi incendi. Poi, grazie alle indagini condotte dai militari del nucleo investigativo di polizia Ambientale, Agroalimentare e Forestale di Salerno e della stazione carabinieri Forestale di Sarno, è stato possibile appurare che l’autore era sempre lo stesso. E si tratta proprio dell’uomo che è finito in manette.

Le altre notizie | Meccanico di Giugliano scoperto a inquinare: mega discarica, roghi e olii nel terreno

I Carabinieri delle Stazioni di Giugliano e Qualiano, insieme ai Carabinieri forestali di Pozzuoli, del Reggimento Campania e del personale della Polizia Municipale di Giugliano, durante un controllo in una zona rurale in prossimità del complesso residenziale denominato “Rea”  dove, nei giorni scorsi, segnalati alcuni principi di incendio.
Con la collaborazione dell’ elicottero del 7^ Nucleo elicotteristi di Pontecagnano, a Salerno,  i militari hanno individuato una enorme discarica abusiva, di circa 1000 metri quadrati, nella quale erano depositati ogni tipo di rifiuto. Da quello urbano a quello proveniente da lavorazioni meccaniche ed artigianali, molti dei quali già combusti.

Durante le operazioni – nella discarica abusiva –  i carabinieri hanno trovato un’officina meccanica completamente abusiva. I 2 proprietari denunciati per smaltimento illecito ed abbandono di rifiuti e sanzionati amministrativamente per 10mila euro. L’attività abusiva  oltre che a lavorare senza alcuna autorizzazione  stoccava illecitamente parti meccaniche in disuso e oli esausti in un appezzamento di terreno. Il tutto violando le più normali regole di buon senso e delle previsioni normative in materia ambientale.

L’attività posta sotto sequestro e date le previste comunicazioni per la rimozione dei rifiuti dalle aree interessate che, secondo quanto accertato, sono di proprietà pubblica.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.