Morte Astori, l’ultimo sms di Sportiello: «Giocavamo alla Play, poi quel messaggio…»

Una morte che ha sconvolto non solo l’intero mondo dello sport quella di Davide Astori. E sembra che più se ne parli e più il cuore venga distrutto dal dolore. Il 31enne capitano della Fiorentina è stato trovato senza vita nel suo letto nella tarda mattinata di domenica. A vedere per l’ultima volta Davide è stato il portiere dei viola, Marco Sportiello, proprio la sera prima del decesso.

Entrambi giocavano alla PlayStation per scaricare la tensione in vista della partita contro l’Udinese. Poi arriva l’ora di andare a dormire e Astori decide di rientrare nella sua stanza. Poco dopo, però, il suo cellulare squilla, c’è un messaggio da parte del portiere: “Hai dimenticato le scarpe”. La riposta arriva in men che non si dica: “Tranquillo, le riprendo domani”.

Davide Astori non ha più rivisto quel ‘domani’, non ha più rivisto Sportiello, non ha più rivisto i suoi compagni di squadra. Il capitano della Fiorentina è stato trovato defunto nella sua camera d’albergo dove dormiva solo. Di tutti questi racconti, l’unica cosa che ci viene da pensare è: “Riposa in pace caro campione!”.