Antonio Catricalà è morto: l’ex Garante Antitrust si è sparato nella sua abitazione a Roma. L’ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell’Antitrust trovato morto sul balcone del suo appartamento in via Antonio Bertoloni, nel quartiere Parioli. Aveva 69 anni

Catricalà, secondo quanto si apprende da fonti investigative, si sarebbe suicidato sparandosi un colpo di pistola. Sul posto è presente la Polizia e la Scientifica.

Antonio Catricalà pochi giorni fa nominato presidente dell’Igi

 

Il Consiglio direttivo dell’Istituto grandi infrastrutture pochi giorni fa aveva nominato presidente Antonio Catricalà. Catricalà, ex magistrato ed esponente del governo Letta, è stato presidente dell’Autorità garante della concorrenza tra il 2005 e il 2011. Nella carica di presidente Igi era succeduto a Luigi Gianpaolino, alto magistrato di lungo corso, morto il 2 novembre 2020 per un malore improvviso.

Dunque Antonio Catricalà era docente di diritto privato all’Università Unipegaso e professore a contratto di Diritto dei consumatori all’Università Luiss di Roma.

Infine da aprile 2017 era presidente di Adr Aeroporti di Roma (socio Igi). Quanto alla sue precedente esperienza di governo, Catricalà era stato sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei ministri nel 2011-2013 nel governo Monti e viceministro allo Sviluppo economico nel 2013-2014 nel governo Letta.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

Pubblicità