Antonio si toglie la vita nel carcere di Poggioreale, è il quarto caso in Campania

detenuto morto carcere di poggioreale

Stanotte Antonio si è suicidato nella sua cella nel carcere di Poggioreale. La triste notizia è stata diffusa dal Garante dei Detenuti della Campania attraverso un post sulla sua pagina Facebook: “In mattinata sono stato a Poggioreale per la ricorrenza di san Basilide, patrono degli agenti di polizia penitenziaria. Il martire accompagnava, come soldato, i condannati al luogo del supplizio. Anche oggi gli agenti di polizia penitenziaria compiono la loro missione con semplicità, dignità, umanità e spirito di servizio. – ha scritto Samuele Ciambriello –  Durante la santa messa abbiamo pregato per Antonio U.,detenuto trentanovenne, che si è suicidato questa notte nella sua cella, occupata con altre sei persone al terzo piano del padiglione Roma. Quarto suicidio in Campania dall’inizio dell’anno, ventitré in tutta Italia. Ogni morte in carcere è un fallimento per tutti noi: politica, magistratura, operatori penitenziari, società civile“.

MORTO NEL CARCERE DI POGGIOREALE: LA STORIA DI GIOVANNI 

Anche Giovanni De Angelis morì nel carcere di Poggioreale nel gennaio del 2020. Anche ora che l’uomo non c’è più emergono particolari che dimostrano quanto sia stata lenta ed estenuante la sua agonia. A fine novembre denunciammo la sua situazione di detenuto nel carcere di Poggioreale: il 47enne era malato di tumore ed era dimagrito dieci chili in dieci giorni.

Una situazione di fatto incompatibile con la vita carceraria come ribadito sia da Pietro Ioia, garante cittadino dei detenuti, che da Samuele Ciambriello, garante campano. Il 5 dicembre 2019 Giovanni ricoverato al Cardarelli (e poi successivamente dimesso) dove la direzione sanitaria emise un certificato di incompatibilità col regime in carcere.

Per oltre un mese e mezzo il suo legale e i suoi familiari hanno chiesto, senza ottenere alcuna risposta, al Tribunale di Sorveglianza di Napoli una concessione di misura alternativa al carcere. Lo stesso Giovanni in una lunga lettera chiese aiuto, una missiva indirizzata ai suoi familiari dove esprimeva tutto il suo malessere. Un vero e proprio appello di chi sentiva la morte avvicinarsi a gran passi.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.

Detenuto di Poggioreale morto di tumore, l’ultima lettera di Giovanni:«Sto male, aiutatemi»