Chiude il Gran Bar Riviera, lo storico esercizio della Riviera di Chiaia è «nelle mani dei curatori fallimentari». A riportare la notizia è Il Mattino che spiega come la voce si sia diffusa tra gli imprenditori del settore e che alcuni di questi siano stati addirittura invitati a rilevare l’attività. Purtroppo, anche a causa del Covid, la zona è in estrema difficoltà.

Effetto Covid, a Napoli chiude lo storico Gran Bar Riviera: è in fallimento

L’esercizio è dunque in vendita e i telefoni squillano per imbastire trattative. «C’è un curatore fallimentare che ha preso in carico la questione dello storico Bar Riviera – dicono a Il Mattino Fabio Chiosi e Francesco De Giovanni, rispettivamente assessore e presidente della Municipalità 1 – Quell’attività mancherà a tutti. Purtroppo il Covid, l’assenza di turisti che dura da ormai più di un anno e gli interminabili lavori della metropolitana hanno distrutto questa attività che tutti noi ricordiamo fin da quando eravamo bambini. È un duro colpo per la città. Il Bar Riviera non è certo l’unico ad aver chiuso in zona. Ristoranti, ma anche hotel e negozi di vendita al dettaglio non esistono più. La Riviera di Chiaia, in sostanza, è una strada senza più economia. Il futuro atteso non è mai arrivato».

Non solo il Gran Bar Riviera: crisi Covid, quando a Napoli chiuse anche il Gran Caffè Gambrinus (poi riaperto) [ARTICOLO 4 NOVEMBRE 2020]

Un pezzo di Napoli abbassa le saracinesche e, purtroppo, non le rialzerà a breve. Il Gran Caffè Gambrinus, situato tra piazza Trieste e Trento e piazza Plebisicito, a partire da domani non aprirà. Una decisione presa indipendentemente dal nuovo Dpcm e dai possibili provvedimenti regionali.

Ad annunciare l’amara decisione è Antonio Sergio, uno dei proprietari: «Sono allo stremo delle mie possibilità – racconta – con le limitazioni previste, non possiamo andare avanti».

«Abbiamo deciso di chiudere indipendentemente da misure nazionali e regionali – aggiunge Sergio –. Abbiamo messo in cassa integrazione, per la prima volta nella storia del Caffè, 15 dipendenti, ma ce ne sono altri 30 da pagare. Non ce la facciamo».

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.